Spinte a mezza altezza | YouCoach Salta al contenuto principale

Spinte a mezza altezza

Spinte a mezza altezza

 
Obiettivo
Spinte a mezza altezza
Materiale
  • 2 cinesini di 2 colori diversi
  • 4 paletti di 2 colori diversi
  • 2 nastri (o elastici)
  • 4 sagome (o paletti)
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 20x20 metri
  • Giocatori: da 1 a 5
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 4 da 1 ripetizione di 3 minuti con 1 minuto di recupero tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Allenare il portiere sulle spinte per le parate a mezza altezza
Tecnica di rialzata, Tecnica di presa, Tecnica di deviazione, Orientamento
Organizzazione

In uno spazio di 20×20 metri si posizionare due sagome distanti 6 metri l’una dall’altra; dietro le sagome collocare due paletti dello stesso colore a 2 metri di distanza tra loro, due cinesini di fronte ai paletti, altri due paletti di un colore diverso dai primi posizionati in diagonale e collegati da un nastro e altre due sagome.

 

L'esercizio è tratto dall'e-book:

Descrizione
  • P esegue una parata in presa alla figura in difesa di una porticina larga circa 2 metri formata da una delle due coppie di paletti oppure in spostamento in difesa di uno dei due cinesini davanti a lui
  • In seguito, a un segnale che può essere acustico o visivo, si gira, corre e si arresta per eseguire un tuffo a mezza altezza a difesa della sagoma
  • Infine, si volta di nuovo verso A e corre per spingere in diagonale sopra nastro e cercare di evitare che la palla calciata da A tocchi la sagoma

Varianti
  1. Dopo il segnale, P effettua la parata in attacco per anticipare la sagoma senza effettuare alcun arresto
Temi per l'allenatore
  • Curare le corrette esecuzioni dei diversi gesti tecnici e disporre con precisione il materiale per una buona riuscita dell’esercitazione
  • Stimolare l’apprendimento rispettando i tempi giusti nel dare la palla al portiere
  • Favorire l’apprendimento facendo adeguate correzioni immediatamente dopo l’esecuzione dei diversi gesti tecnici e rinforzando in modo positivo le esecuzioni corrette

Articoli correlati