Aggancio laterale in 1 contro 1 | YouCoach Salta al contenuto principale

Aggancio laterale in 1 contro 1

Aggancio laterale in 1 contro 1

 
Obiettivo
Aggancio laterale in 1 contro 1
Materiale
  • 4 coni
  • 4 ostacoli
  • 1 porta
  • 2 casacche (1 per colore)
  • Palloni
  • Speed ladder o paletti (per variante agility)
Preparazione
  • Area di gioco: 60x50 metri (metà campo)
  • Giocatori: 8 + 1 portiere
  • Tempo di svolgimento: 29 minuti
  • Numero di serie: 3 per 8 ripetizioni con tempi di recupero 1:2
Sommario Obiettivi Secondari
Esercitazione con componenti condizionali in regime tecnico-tattica
Differenziazione spazio-tempo, Tecnica di frenata, Corsa in accelerazione, Corsa in decelerazione, Presa di posizione, 1 contro 1, Posizione dei piedi
Organizzazione

All’interno di una metà campo, nella zona laterale, posizionare due ostacoli a circa 5 metri dalla linea laterale e a metà tra la linea di centrocampo e la linea del limite dell’are di rigore. Collocare altri due ostacoli a 2 o 3 metri dall’angolo dell’area di rigore. A partire da questi ultimi due ostacoli formare due cancelli con coppie di coni a distanza di circa 3 o 4 metri. I palloni partono dal giocatore giallo posto all’altezza dei primi due ostacoli e in linea con il prolungamento dell’area piccola. Gli attaccanti partono dai primi due ostacoli mentre i difensori si sistemano dietro agli ostacoli posti in area di rigore.

 

L'esercizio è tratto dall'e-book:

Descrizione
  • In uno spazio di gioco ben definito (ad esempio la fascia laterale sinistra) si sviluppa una situazione di gioco con un attaccante contro un difensore
  • L’attaccante parte ed effettua dei balzi verticali per superare i due ostacoli, il difensore parte subito dopo l’attaccante
  • Il portatore di palla (giocatore giallo) trasmette una palla forte all’attaccante che riceve, il difensore effettua un aggancio e si sviluppa la situazione di gioco di 1 contro 1:
    • l’obiettivo dell’attaccante è quello di eseguire un passaggio filtrante in uno dei cancelli per un compagno in area
    • l'obiettivo del difensore è di recuperare palla e passarla velocemente al giocatore giallo

Varianti
  1. Sostituire i balzi verticali con dei percorsi di rapidità su una speed ladder o tra paletti distesi e aumentare i tempi di recupero (1:5 invece che 1:2 o 1:3); l’esercitazione è in regime di agility
Temi per l'allenatore

Focus condizionale:

  • FORZA – “La capacità che permette di vincere una resistenza o di opporvisi con un impegno muscolare”
    • Balzi verticali e accelerazione dell’attaccante
    • Accelerazione, frenata nell’aggancio e contrasto del difensore
    • Modificazione dei passi in accelerazione e decelerazione
    • Cura della postura e della posizione dei piedi del difensore

Dati GPS:

  • Questa esercitazione è un mezzo che sviluppa le accelerazioni e le decelerazioni nei difensori mentre mantiene la potenza massima (superiore a 55 W) negli attaccanti: può essere abbinato a un lavoro di forza

 

 

Focus tecnico-tattico:

  • Curare l'esecuzione corretta della trasmissione e della ricezione palla
  • Focus sull’aggancio: postura dei piedi e distanza del difensore rispetto al portatore di palla
  • Prestare attenzione all'1 contro 1 duello in dribbling

Articoli correlati