Allenare la mobilità con lo Small-Sided Game | YouCoach Salta al contenuto principale

Allenare la mobilità con lo Small-Sided Game

Allenare la mobilità con lo Small-Sided Game

 
Obiettivo
Allenare la mobilità con lo Small-Sided Game
Materiale
  • 8 cinesini
  • 3 casacche
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 30x25 metri
  • Giocatori: 8
  • Tempo di svolgimento: 18 minuti
  • Numero di serie: 3 da 5 minuti con 1 minuto di recupero passivo tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Area di gioco a rombo per possesso palla 5 contro 3 con ricerca di ampiezza e profondità
Visione periferica, Trasmissione, Dribbling, Smarcamento, Controllo e difesa della palla, Marcamento, Intercetto, Contrasto, Ampiezza, Triangoli di possesso
Organizzazione

Creare con i cinesini un rombo di 30 metri di larghezza e 25 metri di altezza. Formare una zona di meta nel vertice alto e nel vertice basso del rombo (come in figura). Cinque giocatori fungono da attaccanti (giocatori bianchi in figura) e tre giocatori da difendenti (giocatori rossi in figura). Nella zona centrale si gioca un 3 contro 3, ai vertici all'interno delle zone di meta si posizionano due attaccanti che fungono da sponde, uno in basso e uno in alto.

Descrizione
  • L'obiettivo di questa esercitazione, da parte degli attaccanti (bianchi), è quella di trasmettere la palla ad una delle due sponde confinate all'interno delle due zone meta
  • Giocata palla, la sponda che riceve entra nella zona di possesso in conduzione palla, mentre chi ha trasmesso la palla prende il suo posto all'interno della zona meta (avviene uno scambio di posizioni e quindi di ruoli nel possesso palla tra gli attaccanti)
  • L'obiettivo dei difensori (rossi) è quello di intercettare palla

 

Allenare la mobilità con lo Small-Sided Game

Regole
  • Gli attaccanti devono cercare di mantenere il possesso palla senza intercetto da parte degli avversari e riuscire a passare il pallone ai compagni che fungono da sponde
  • I difensori devono cercare di recuperare palla e mantenere il possesso in un contesto di 3 contro 3 in zona centrale (le sponde non possono difendere quando la palla è gestita dai difendenti rossi)
  • Gli attaccanti essendo in superiorità numerica hanno a disposizione 3 tocchi per la giocata
  • I difensori, quando conquistano palla, hanno a disposizione tocchi liberi nella gestione del possesso nel 3 contro 3
  • Al termine di ogni serie cambiare i giocatori che fungono da difensori (inversione dei ruoli con 3 attaccanti)
Varianti
  1. Se un difensore recupera palla diventa attaccante a discapito di chi ha sbagliato il passaggio o ha perso il possesso
  2. Limitare i tocchi degli attaccanti per ricercare scambi più veloci e una trasmissione più fluida (a discapito del dribbling)
  3. Stabilire un numero massimo di passaggi per gli attaccanti entro il quale la palla deve essere giocata ad una delle due sponde (ad esempio, cinque passaggi consecutivi)
Temi per l'allenatore
  • Questa esercitazione, molto utile in fase di attivazione, o subito dopo, permette di lavorare molto sulla gestione del pallone in spazi ridotti ricercando la massima mobilità degli interpreti che devono ricercare linee di passaggio per specifici obiettivi (le sponde) e, qualora questi siano chiusi da parte dei difensori, si devono ricercare altre strategie di riuscita cercando la massima ampiezza di manovra (data dalla particolarità del rombo, più largo che profondo)
  • Porre attenzione sulla massima mobilità da parte degli attaccanti che devono lavorare in funzione dello spazio, cercando di rimanere il più larghi possibili per mettere in difficoltà gli avversari
  • Da parte dei difensori, l'obiettivo è mantenere un'intensità alta per non permettere spazio di manovra, cercando il massimo pressing per portare all'errore il possessore di palla, evitando però di liberare spazi e linee di passaggio che faciliterebbero le giocate per le sponde. Molto utile, in tal senso, il lavoro di gruppo del "marco-copro", ovvero cercando di lavorare di squadra con un elemento che esce sul pallone (non sempre lo stesso) e chiude una linea di passaggio e gli altri che chiudono la giocata per le sponde pronti ad intervenire con i tempi giusti

Articoli correlati