Smarcamento degli attaccanti per il tiro in porta | YouCoach Salta al contenuto principale

Smarcamento degli attaccanti per il tiro in porta

Smarcamento degli attaccanti per il tiro in porta

 
Obiettivo
Smarcamento degli attaccanti per il tiro in porta
Materiale
  • 5 cinesini (2 gialli, 2 blu e 1 rosso in figura)
  • 1 porta
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 60x50 metri (metà campo)
  • Giocatori: 10 (1 portiere + 9 di movimento che si alternano tre alla volta)
  • Tempo di svolgimento:15/20 minuti
  • Numero di serie: 1 (con lavoro continuo alternato tra le terne), il recupero è dato dal rientro dei giocatori nelle posizioni di partenza
Sommario Obiettivi Secondari
Sviluppare la fase di finalizzazione tramite smarcamento e conclusione senza opposizione avversaria
Differenziazione spazio-tempo, Trasmissione, Controllo orientato ad aprire, Controlli orientati a chiudere, Smarcamento, Penetrazione, Verticalizzazione, Sviluppi offensivi, Contromovimento, Imbucata, Cross
Organizzazione

Disporre dei cinesini colorati come da figura per creare una semiluna posizionando ai vertici alti a destra e sinistra rispetto la porta da attaccare due cinesini blu, in posizione intermedia due cinesini gialli e come vertice basso, nel cerchio di metà campo, un cinesino rosso. Nei pressi del cinesino rosso preparare i palloni necessari per l'avvio degli sviluppi offensivi. Il portiere si colloca a difesa della porta regolamentare. I giocatori lavorano a terne (tre alla volta) e si sistemano nei ruoli di partenza come in figura: A (con il pallone) come vertice basso, B e C come attaccanti alti.

Descrizione
  • Il giocatore A (vertice basso) parte in conduzione veloce e trasmette palla all'attaccante B posto in linea verticale rispetto a lui; l'attaccante B con un contromovimento lungo-corto va incontro alla palla
  • B appoggia la palla di prima intenzione con gioco a muro in diagonale verso uno dei due cinesini gialli (in base al movimento di smarcamento del compagno A). Nell'esempio verso il cinesino giallo a destra rispetto la porta (sviluppo dei movimenti d'attacco in zona laterale destra)
  • Il giocatore C nel frattempo si è smarcato in ampiezza allargandosi verso il cinesino blu posto nella zona dove si sta sviluppando la giocata (da qui sviluppiamo tre situazioni di gioco differenti):
    • C riceve la palla sul movimento di apertura verso l'esterno del campo (trasmissione 3), la fa sfilare verso fondo campo per poi condurla ed effettuare un cross per l'inserimento dei compagni A e B che cercheranno la conclusione in porta (palla “aperta”)
    • C simula una palla “chiusa”, la controlla senza farla sfilare e la scarica per il movimento a sostegno del giocatore A. Sarà quest'ultimo poi a verticalizzare in profondità con un filtrante o cambio gioco per il compagno B che nel frattempo si è aperto a semiluna sul fronte opposto per inserirsi nello spazio sulla verticalizzazione
    • C riceve la palla in modo orientato (ricezione orientata a chiudere) con un cambio di direzione verso il centro del campo; si mette così in condizione di servire lui stesso direttamente l'assist per l'inserimento di entrambi i compagni che attaccano l'area di rigore (giocatori A e B) per la conclusione in porta

 

Smarcamento degli attaccanti per tiro in porta

Regole
  • Sviluppare la giocata con la massima intensità e rapidità possibile, porre eventuali penalità per chi sbaglia il gol da dentro l'area di rigore o per chi non attacca la respinta del portiere
  • Far sviluppare ai giocatori delle terne tutte e tre le soluzioni offensive, variando anche i ruoli nelle terne di lavoro (ruotandoli nelle posizioni di partenza)
Temi per l'allenatore
  • Con questa esercitazione si sviluppa la conclusione a rete dando molta importanza anche a come viene impostata ed ai conseguenti movimenti di smarcamento. Nello specifico l'allenatore deve concentrarsi sul movimento dei due attaccanti (giocatori B e C) che deve essere opposto, ovvero se il primo viene incontro alla palla, il secondo (tramite un contromovimento) deve attaccare la profondità e viceversa (devono garantire sempre 2 soluzioni di passaggio differenti al portatore di palla)
  • Il centrocampista (A), giocata palla, deve essere veloce nel movimento ad aprire a sostegno dei compagni per ricevere lo scarico e sviluppare la giocata in ampiezza per il secondo attaccante che così idealmente si smarca e crea spazio nella zona centrale: quest'ultimo deve essere bravo a ricevere aperto per velocizzare la giocata, se così non fosse il centrocampista deve interpretare l'azione e, invece di attaccare la profondità, dare sostegno al compagno per poi chiudere un 1-2 rapido con l'attaccante stesso, oppure eseguire una giocata altrettanto veloce per l'attaccante opposto che, tramite un movimento a mezzaluna si apre in ampiezza e si prepara per l'attacco della profondità 
  • Fondamentale, quindi, concentrarsi sui movimenti dei giocatori (accompagnati da contromovimenti anticipatori), con le modalità e soprattutto con i tempi corretti per non arrivare in ritardo o in anticipo sulla palla oppure ricevere palla da fermi, per una maggiore velocità e fluidità dell'azione
  • Curare la trasmissione, che nella fase di finalizzazione, deve essere più precisa e rapida possibile con pochi margini di errore (in quanto gli spazi in quella zona di campo sono ridotti al minimo)
  • Ricercare la conclusione in porta con entrambi i piedi e con più modalità di attacco palla, possibilmente di prima intenzione oppure al massimo a 2 tempi di gioco (controllo e tiro in porta)

Articoli correlati