Finalizzazione con partenza da una rimessa laterale | YouCoach Salta al contenuto principale

Finalizzazione con partenza da una rimessa laterale

Finalizzazione con partenza da una rimessa laterale

 
Obiettivo
Finalizzazione con partenza da una rimessa laterale
Materiale
  • Cinesini
  • 4 paletti
  • 3 casacche
  • 1 porta
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 24x36 metri (o 20x30 metri se le abilità tecniche dei giocatori lo consentono)
  • Giocatori: 8 di movimento + 1 portiere
  • Tempo di svolgimento: 20 minuti
  • Numero di serie: 2 da 10 minuti
Sommario Obiettivi Secondari
Situazione di gioco con partenza da rimessa laterale per arrivare alla conclusione in porta diretta o dopo un cross
Fintare, Contromovimenti, Smarcamento, Cross, Conclusione, Marcamento, Intercetto, Mobilità, Profondità, Pressing, Passaggio a muro, Sovrapposizione, Inserimento, Pressione, Lettura traiettorie
Organizzazione

Creare con i cinesini un rettangolo di gioco come da figura (24 metri di larghezza per 36 metri di profondità), a partire dalla linea laterale e a ridosso dell'area di rigore per facilitare la fase di finalizzazione. Sul lato corto del rettangolo di gioco, verso la linea di fondo campo creare una porta di larghezza 5 metri con due paletti. Crearne un'altra della stessa misura lungo il lato lungo del rettangolo interno al campo opposta alla linea laterale dove si avvia il gioco con una rimessa. Posizionare quest'ultima porta, non al centro del lato, bensì spostata più vicino all'area di rigore (come in figura). All'interno del rettangolo si sistemano quattro attaccanti (giocatori rossi) contro tre difendenti (giocatori bianchi). Un quinto giocatore rosso (attaccante) pronto per battere la rimessa laterale avviando l'azione d'attacco. Possiamo creare un'altra area di gioco identica sul versante opposto del campo rispetto la porta regolamentare (a destra della porta in figura) alternando così l'esecuzione delle seconda serie di lavoro a destra e a sinistra.

Descrizione
  • A partire da una rimessa laterale di un giocatore, gli attaccanti rossi devono trovare soluzioni rapide sul corto (all'interno dell'area di gioco) per cercare di uscire dalla pressione avversaria, attraversando le due porte create con i paletti:
    • La prima porticina permette di attaccare il fondo campo per lavorare successivamente al cross e tiro in porta (frecce nere in figura)
    • La seconda porticina permette di attaccare direttamente la porta regolamentare per concludere a rete (frecce rosse in figura)

 

Finalizzazione con partenza da una rimessa laterale

Regole
  • Per gli attaccanti l'obiettivo è uscire dal rettangolo di possesso tramite le porticine create con i paletti per andare al tiro in porta, direttamente in conduzione o dopo un cross dal fondo
  • I difensori hanno l'obiettivo di recuperare palla e uscire dal rettangolo tramite un passaggio smarcante all'esterno dello stesso
  • Se gli attaccanti rossi riescono ad uscire con degli sviluppi dal rettangolo di gioco, non possono essere seguiti dai difendenti bianchi e quindi contrastati durante la conclusione in porta
  • Gli attaccanti lavorano in situazione di superiorità numerica 4 contro 3
  • Ad ogni azione ruotare le posizioni degli attaccanti rossi, variando così sempre anche il giocatore che batte la rimessa laterale
Varianti
  1. Molto consigliato l'utilizzo di uno o due jolly che giocano con la squadra in possesso, questo per facilitare la riuscita dell'esercizio e centrare gli obiettivi prefissati
  2. Può essere modificato l'obiettivo dei difensori, ovvero di fare punto tramite una serie consecutiva di passaggi, questo favorisce il lavoro di pressione degli attaccanti che sono facilitati nel recuperare palla e creare una nuova azione offensiva
  3. Per facilitare ulteriormente il compito degli attaccanti, qualora non riescano nella giocata, si possono eliminare le porticine (inserendole in un secondo momento) chiedendo loro semplicemente di uscire dal rettangolo con giocata e smarcamento sullo spazio da parte di un compagno
  4. Decidere se si vuole che, una volta superato il rettangolo di possesso, i difendenti possano a loro volta uscire per impedire la conclusione, o se quest'ultima viene effettuata senza pressione avversaria il più rapidamente possibile
Temi per l'allenatore
  • Spesso sottovalutata o poco lavorata, la rimessa laterale è una situazione di gioco che capita più volte in una partita di calcio e che, quindi, va sviluppata trovando le giuste strategie di riuscita. L'allenatore, oltre a concentrarsi sulla corretta esecuzione del gesto tecnico, deve saper indirizzare luogo e modalità della giocata: infatti la rimessa laterale deve permettere un controllo semplice a chi riceve palla, cercando di uscire rapidamente da una situazione di pressione avversaria che spesso vede la parità numerica in spazi abbastanza stretti
    • Utile il concetto di giocare palla sullo spazio, previo smarcamento da parte di un compagno, evitando se possibile la giocata su chi riceve chiuso, o quantomeno se non è possibile altrimenti, effettuare una giocata a muro di prima intenzione per poi uscire velocemente trovando un corridoio libero
    • Di grossa utilità è il contromovimento corto-lungo e viceversa che permette uno smarcamento dall'avversario e una giocata di non immediata lettura da parte degli avversari
    • Più complesso, ma anche più efficace, è un lavoro fatto di sovrapposizioni e scambio tra compagni, ricercando il concetto di massima mobilità dei giocatori, anche su spazi stretti per non dare punti di riferimento ai difensori avversari
  • Superando il rettangolo di possesso, agli attaccanti si chiede di lavorare immediatamente sullo smarcamento in spazi differenti, ovvero l'attacco del fondo campo per un cross rapido e altrettanti inserimenti per il tiro in porta, o, in alternativa, una breve e veloce conduzione palla per andare a conclusione dal limite dell'area
  • Da un punto di vista difensivo si richiede sempre grande capacità di pressing e marcatura (sfruttando gli spazi stretti) lavorando il più possibile sull'anticipo senza mai concedere profondità e, una volta recuperata palla, uscire velocemente dalla zona di densità numerica per sviluppare un'azione di contropiede

Autore

Ritratto di claudio.carraro
| Allenatore A.S. Cittadella

Nato a Padova il 03/03/1989, laureato in scienze infermieristiche, è in possesso del patentino UEFA B. Attualmente allena i giovanissimi sperimentali nella società A.S. Cittadella.  

In passato ha allenato i giovanissimi sperimentali a Dolo, i giovanissimi sperimentali all'Atletico San Paolo e i giovanissimi elite alla Luparense San Paolo. Ha da collaborato con Mr. Lucchini nei giovanissimi nazionali sempre nell' A.S. Cittadella.  

Tra le sue esperienze all'estero è stato a Lisbona per studiare la metodologia del Benfica calcio soprattutto del settore giovanile.

Articoli correlati