Tecnica e resistenza aerobica: tecnica individuale e scatto a secco | YouCoach Salta al contenuto principale

Tecnica e resistenza aerobica: tecnica individuale e scatto a secco

Tecnica e resistenza aerobica: tecnica individuale e scatto a secco

 
Obiettivo
Materiale
  • 4 coni
  • palloni
Preparazione
  • Area di gioco: rombo 5x5 metri
  • Giocatori: 3
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 5 da 2 minuti (con 1 minuto di recupero dopo ogni serie)
Sommario Obiettivi Secondari
Esercizio di tecnica di base con una parte dedicata all'allenamento condizionale a secco
Reazione, Resistenza alla velocità, Forza esplosiva, Rapidità, Velocità, Corsa con cambi di direzione, Corsa in accelerazione, Corsa stop e ripartenza, Gesti tecnici, Circuito fisico
Organizzazione

Creare con i coni un rombo di 5mt per lato. Disporre i giocatori a coppie all'interno del rombo, uno al centro con la palla (bianco in figura) ed uno in prossimità di un vertice di fronte al compagno (rosso in figura). Ogni coppia di giocatori esegue la sequenza di lavoro con un pallone. All'esterno del rombo si posiziona un terzo giocatore che detta la scelta dell'esercizio e si alternerà con i compagni nell'esecuzione dello stesso (rotazione dei giocatori nelle posizioni di partenza). Per fare allenare tutta la rosa di giocatori a disposizione si possono creare altre stazioni identiche a forma di rombo dove i giocatori divisi in terne si andranno a disporre.

Descrizione
  1. Il giocatore al centro del rombo (bianco in figura), lancia la palla al compagno all'altezza indicata dall'allenatore (in base all'esercizio tecnico da svolgere)
  2. Il giocatore disposto di fronte, in prossimità del vertice (rosso in figura) esegue un gesto tecnico restituendo la palla al compagno (nell'esempio la palla viene restituita con un colpo di testa)

 

 

  1. Il terzo giocatore, in attesa fuori dal rombo, comanda lo scatto del giocatore che ha eseguito il gesto tecnico (rosso in figura) indicando una direzione (un comando). Il giocatore che sta eseguendo l'esercizio scatta all'indietro toccando il cono alle sue spalle e subito, in base al comando dettato dal compagno fuori dal rombo (dritto, destra o sinistra), scatta verso il cono indicato correndo su un lato (scatto di 5 metri)
  2. Il giocatore che ha lanciato la palla con le mani si posiziona in prossimità del vertice del rombo pronto ad eseguire l'esercizio, il compagno al di fuori della stazione che ha chiamato la direzione di scatto si porta al centro del quadrato per prendere il pallone, il terzo giocatore che ha appena svolto l'esercizio si ferma fuori per recuperare e per chiamare la direzione di scatto al compagno. Si ha una rotazione dei ruoli ad ogni ripetizione.
  • L'esercizio riprende come descritto e si ripete per tutto il tempo della serie

 

Al comando del compagno, il giocatore scatta sul cono alle sue spalle e subito con un cambio di direzione attacca a massima velocità il cono indicato dal compagno esterno (Es. "Destra")

Regole
  • Far eseguire durante ogni serie almeno 3 ripetizioni dell'esercizio per giocatore cercando di variare la direzione e lunghezza dello scatto (destra, sinistra, dritto)
  • Variare gli esercizi tecnici proposti tra:
    1. Colpo di testa
    2. Passaggio al volo di interno piede
    3. Passaggio al volo di collo piede
    4. Stop con il petto e trasmissione
    5. Assorbimento con la coscia e trasmissione
    6. Passaggio di controbalzo
Varianti
  1. Eseguire l'esercizio a due giocatori (senza il terzo). Al comando dell'allenatore il giocatore tocca il cono alle sue spalle ed esegue uno scatto lungo tutto il perimetro del rombo (scatto di 20 metri totali con cambi di direzione)
  2. Aumentare o diminurie le dimensioni del rombo a seconda dell'obiettivo condizionale che si intende perseguire
Temi per l'allenatore
  • Il recupero è dato dal tempo durante il quale il giocatore staziona al centro del rombo e passa la palla con le mani al compagno che svolge l'esercizio e dal tempo in cui staziona all'esterno del rombo 
  • Richiedere massima intensità e qualità tecnica nell'esecuzione dei gesti tecnici
  • Aumentare la durata dell'esercizio per ottenere una richiesta fisica maggiore
  • Gestire pause di recupero e numero di ripetizioni in base all'obiettivo condizionale che vogliamo allenare: potenza aerobica, capacità anaerobica lattacida, forza esplosiva, velocità, resistenza alla velocità ecc...

Articoli correlati