Circuito dominio della palla e dribbling | YouCoach Salta al contenuto principale

Circuito dominio della palla e dribbling

Circuito dominio della palla e dribbling

 
Obiettivo
Materiale
  • 4 cinesini
  • 4 sagome (o 8 paletti)
  • 9 coni
  • Palloni
  • 1 paletto o una sagoma (centrale)
Preparazione
  • Area di gioco: 15x15 metri
  • Giocatori: 8
  • Tempo di svolgimento: 14 minuti
  • Numero di serie: 2 da 6 minuti con 2 minuti di recupero tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Stazione tecnica per guida e dominio palla, dribbling, trasmissione e controllo orientato
Trasmissione, Interno piede, Esterno piede, Controllo orientato, Controllo orientato ad aprire, Controlli orientati a chiudere, Guida della palla con cambi di direzione, Guida della palla con finte, Dominio della palla, Dribbling
Organizzazione

Formare un quadrato di 15 metri di lato con quattro cinesini. Davanti ad ogni vertice del quadrato posizionare una sagoma o due paletti incrociati a simulare un avversario. Nel centro del quadrato posizionare un paletto o una sagoma. Dividere gli otto giocatori su ogni vertice (una coppia di giocatori per angolo). Su una diagonale del quadrato posizionare i nove coni (arancioni in figura): quattro prima del paletto centrale e cinque oltre, i primi quattro coni alla stessa distanza tra loro (2 metri circa uno dall'altro) mentre gli altri cinque a distanze diverse arbitrarie (disposti in diagonale uno rispetto all'altro come in figura). Il giocatore sul vertice A, con una palla, avvia l'esercitazione (l'esercizio si svolge con un solo pallone).

Descrizione
  1. Il primo giocatore della stazione A parte in guida della palla e affronta i quattro coni posti alle stesse distanze in slalom utilizzando entrambi i piedi 
  2. Giunto di fronte al paletto (o alla sagoma centrale) effettua un dribbling (approssimativamente sullo spazio giallo in figura) 
  3. Superato il paletto con finta e dribbling il giocatore serve il compagno nella stazione B con una trasmissione palla sui piedi e continua la corsa in direzione del passaggio effettuato fino a portarsi in coda alla fila della stazione B
  4. Il compagno che riceve palla effettua un controllo orientato alle spalle della sagoma verso la sua sinistra 
  5. Il giocatore in possesso palla serve il compagno posto in attesa sulla stazione C e segue la direzione del passaggio andandosi a collocare nella fila di arrivo 
  6. Il giocatore in stazione C, ricevuta palla con un controllo orientato verso la sua sinistra, deve superare la sagoma aggirandola in guida della palla
  7. Successivamente affronta i coni disposti a distanze diverse (conduzione palla a zig-zag)
  8. Raggiunto il paletto centrale lo supera con lo stesso dribbling effettuato in precedenza dal compagno A e, dopo il dribbling, serve il compagno della stazione D seguendo la traiettoria del passaggio e portandosi nella nuova fila in coda
  9. Il compagno in stazione D, con un controllo orientato supera la sagoma alle spalle
  10. Dopo averla superata, il giocatore serve il compagno della stazione A con un passaggio sui piedi e si aggiunge alla fila della stazione
  11. La sequenza tecnica riparte nuovamente con i giocatori successivi, così in modo continuativo per tutta la durata della serie

 

Regole
  • In prossimità delle sagome i giocatori devono effettuare dei controlli orientati (ricezioni orientate) prestabiliti in partenza dall'allenatore: interno piede ad aprire, interno piede a chiudere, esterno piede ecc.
  • I dribbling da effettuare attaccando le sagome sono decisi dall'allenatore oppure eseguiti a libera scelta dai giocatori
  • L'esercitazione può essere effettuata anche con due palloni contemporaneamente opposti tra loro lavorando così anche su obiettivi aerobici e condizionali e non solo sulla parte di attivazione tecnica 
Varianti
  1. Effettuare l'esercitazione nel verso opposto, il giocatore dovrà affrontare in ordine le stazioni A, D, C e B
  2. Effettuare tutto l'esercizio toccando la palla solo con un piede (alternando il piede di esecuzione ad ogni giro)
Temi per l'allenatore
  • Le finte devono essere conosciute in precedenza o mostrate dall'allenatore al giocatore prima di essere effettuate, capendo anche il piede corretto di esecuzione in base alla direzione da attaccare
  • Aumentare il numero di giocatori per offrire pause di recupero più lunghe 
  • All'interno dell'esercitazione non vi devono essere pause (soprattutto se l'esercizio è utilizzato nel corpo centrale dell'allenamento)
  • Questo tipo di esercitazione può essere utilizzata in fase di riscaldamento (attivazione tecnica e mentale)

Articoli correlati