Circuito condizionale - Velocità con cross e conclusione finale FC Barcellona | YouCoach Salta al contenuto principale

Circuito condizionale - Velocità con cross e conclusione finale FC Barcellona

Circuito condizionale - Velocità con cross e conclusione finale FC Barcellona

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini
  • 2 coni
  • 3 paletti
  • 9 ostacoli bassi (over)
  • Palloni
  • 1 porta regolamentare
Preparazione
  • Area di gioco: 60x50 metri (metà campo)
  • Giocatori: 10 + 1 portiere
  • Tempo di svolgimento: 20 minuti
  • Numero di serie: 8-10 conclusioni per ogni giocatore
Sommario Obiettivi Secondari
Circuito condizionale dall'Fc Barcellona utile ad allenare la velocità, lo scambio in spazi stretti, il cross e la conclusione in porta
Adattamento, Combinazione, Capacità di differenziazione, Tecnica di frenata, Tecnica di accelerazione, Guida della palla con cambi di direzione, Colpo di testa, Passaggio, Cross, Tiro in porta, Tiro in porta sottomisura al volo
Organizzazione

L'area da utilizzare per l'esercitazione è l'intera metà campo regolamentare. Primo percorso tecnico-condizionale: all'interno del cerchio di centrocampo, circa di fronte la porta, collocare un cono di partenza e successivamente tre paletti distanti 1,5 metro l'uno dall'altro. A 3 metri circa dall'ultimo paletto posizionare due ostacoli bassi (over). Al limite dell'area di rigore, al centro, formare un quadrato di 5 metri per lato. Collocare un cinesino nei pressi del dischetto del calcio di rigore in area. Secondo percorso tecnico-condizionale: lateralmente al cerchio di centrocampo, nei pressi della linea laterale a circa 40 metri dalla linea di fondo sistemare due ostacoli bassi (over). A 5 metri, di fronte agli ostacoli bassi, posizionare un cinesino. Lateralmente al cinesino appena indicato, collocare in orizzontale cinque ostacoli bassi over (come in figura). Nei pressi della bandierina del calcio d'angolo creare con i cinesini un quadrato di 10 metri per lato. Dividere i giocatori in due gruppi di numero uguale. Il gruppo A si posiziona in fila accanto al cono di partenza, circa al centro sulla linea di centrocampo, ogni giocatore con un pallone. Il gruppo B si sistema in fila accanto al cono di partenza, sulla linea di centrocampo nei pressi della linea laterale (come in figura). Il portiere si posiziona a difesa della porta.

Descrizione
  1. Al segnale d'avvio dell'allenatore, il primo giocatore del gruppo A parte in guida palla e affronta lo slalom formato dai tre paletti, mentre il primo giocatore del gruppo B scatta verso i due ostacoli bassi di fronte a lui superandoli in velocità
  2. Il giocatore B, aggirato il cinesino, esegue uno skip veloce per superare il percorso formato dai cinque ostacoli bassi e si porta in B1
  3. Il giocatore A passa la palla al giocatore B e supera in velocità i due ostacoli bassi di fronte a lui portandosi all'interno del quadrato frontale alla porta in A1
  4. Il giocatore B chiude lo scambio restituendo palla al giocatore A ed esegue un rapido scatto nei pressi della bandierina portandosi all'interno del quadrato laterale in B2
  5. Il giocatore A esegue un passaggio preciso all'interno del quadrato laterale per il giocatore B, aggira il cinesino collocato in area di rigore e attacca la porta portandosi in A2
  6. Il giocatore B esegue un cross per il giocatore A
  7. Il giocatore A conclude in porta cercando il gol

Terminata l'azione i due giocatori invertono le posizioni di partenza

 

Varianti
  1. Eseguire l'esercitazione con percorso e cross dalla parte opposta del campo rispetto alla porta
Temi per l'allenatore
  • Eseguire l'intero circuito a ritmi elevati per l'intera durata dell'esercizio variando le richieste motorie (ad esempio i salti sugli over: monopodalici, bipodalici, frontali, laterali ecc.)
  • Fare attenzione alla coordinazione (controllo ed esecuzione motoria corretta) mentre il giocatore affronta le diverse parti del circuito
  • Eseguire il cross il più preciso possibile per facilitare la conclusione in porta del compagno
  • I passaggi durante l'esercitazione devono essere effettuati con la giusta qualità e intensità di trasmissione e con i tempi giusti per facilitare il compagno
  • Individuare il momento più adatto per far partire la coppia successiva (gestendo tempi di esecuzione e recupero)

Articoli correlati