Il bilancio sportivo di fine stagione | YouCoach Salta al contenuto principale

Il bilancio sportivo di fine stagione

Il bilancio sportivo di fine stagione

 
Obiettivo
Sommario
Al termine della stagione sportiva allenatore e giocatori tirano le somme, ognuno per proprio conto, di un’annata di lavoro fatto assieme. Facciamolo diventare un'opportunità di crescita!

Al termine della stagione sportiva allenatore e giocatori tirano le somme, ognuno per proprio conto, di un’annata di lavoro fatto assieme. È un bilancio che da individuale può essere trasformato in gruppale, diventando così patrimonio condiviso tra tutti a cui attingere per la personale crescita umana e sportiva.

Da agosto in poi (ma talvolta già da metà luglio) staff tecnico e giocatori cominciano a lavorare duramente sul campo per dare forma e identità alla loro squadra. In tutti i partecipanti sono presenti motivazioni, aspettative, ambizioni, convincimenti che, settimana dopo settimana mese dopo mese, fungono da propulsori dell’impegno sportivo per tutta la stagione sino ad arrivare a maggio-giugno quando tutti, ovviamente, maturano un’idea più o meno precisa di come è andata la propria annata agonistica.
Se le considerazioni e i rispettivi convincimenti restano però nel chiuso delle individualità si perde una importante occasione per sviluppare nei giocatori la capacità di analizzare globalmente le proprie prestazioni e per i tecnici di avere un riscontro reale sull’efficacia del lavoro compiuto col gruppo. 
Per fare in modo che si arrivi ai saluti di fine stagione non solo con la tradizionale cena o pizza ma anche con un momento di crescita per tutti, un allenatore può fissare un appuntamento con tutta la squadra nel quale chiedere a tutti di esprimere una valutazione sulla propria annata calcistica, su quella della squadra e sul lavoro svolto con lo staff tecnico.
Per facilitarne il buon esito della riunione l’allenatore può procedere seguendo queste tre fasi.

FASE 1 - Predisposizione per tutti i giocatori di una piccola scheda con 5 domande semplici da far compilare qualche giorno prima dell’incontro

DOMANDE RISPOSTE
a) Indica una caratteristica per ciascuna delle seguenti aree: tecnica, tattica, atletica, mentale, in cui ti senti migliorato da inizio stagione ad oggi e quelle da migliorare
  • Migliorate: ...
  • Da Migliorare: ...
b) Indica una caratteristica per ciascuna delle seguenti aree: tecnica, tattica, atletica, mentale, in cui la squadra è migliorata da inizio stagione ad oggi e quelle da migliorare
  • Migliorate: ...
  • Da Migliorare: ...
c) Indica come ti sei sentito dentro questo gruppo dal punto di vista umano  
d) Indica quali aspetti (max. 3) del mister (o dello staff) hai apprezzato di più e quali di meno  
e) Dai un voto globale alla tua stagione (1-10)  
Schema 1

FASE 2 - Preparazione preliminare da parte dell’allenatore di:

  1. Una mini “pagella” per ciascun giocatore, come al punto a) della scheda di cui sopra; 
  2. Una valutazione sulla squadra, come al punto b);
  3. Una descrizione del gruppo dal punto di vista umano, come al punto c);
  4. Una elencazione di cosa gli è piaciuto di più e cosa di meno nel lavoro svolto con la squadra, come al punto d).

FASE 3 - 3° Effettuazione dell’incontro in un orario e sede idonei, in cui:

  1. L’allenatore spiega ai presenti la finalità, la durata ( max. un’ora) e lo svolgimento della riunione;
  2. Ogni atleta viene invitato a leggere la propria scheda aggiungendovi, se vuole, un commento; 
  3. Di seguito prende la parola l’allenatore per illustrare la “pagellina” che ha compilato per ciascuno dei suoi atleti e descrivere le proprie valutazioni sulla squadra e sul lavoro svolto con il gruppo;
  4. Al termine del suo intervento l’allenatore sollecita le impressioni e i commenti dei partecipanti sui contenuti via via emersi.

Questa semplice procedura, facilmente gestibile da un allenatore, consente di dare spazio e voce ai giocatori e stimolare un utile confronto tra tutti sulla stagione sportiva in fase di conclusione. 

Dare l’opportunità ad ogni atleta di compiere una valutazione finale sui suoi progressi e sulle aree di miglioramento sui cui lavorare intensamente, lo aiuterà a motivarsi e a fissare nuovi obiettivi per la prossima stagione.
Favorire uno scambio di opinioni circa il valore e la crescita della squadra durante il campionato e sul clima emotivo respirato al suo interno, consentirà a tutti i partecipanti di capire ancora di più quanto sia necessario nel calcio “fare gruppo” per poter ottenere dei buoni risultati agonistici.
 
 
Offrire infine ad ogni atleta la possibilità di conoscere il giudizio tecnico del proprio mister su di lui, lo aiuterà a ricalibrare le proprie opinioni e a far tesoro dei suggerimenti ricevuti.
Anche l’allenatore e lo staff potranno a loro volta trarre utili indicazioni dai pareri espressi dai giocatori sullo stile di leadership e le modalità di lavoro attuati, apportando se necessario eventuali correttivi e incrementando le competenze da usare nella nuova stagione sportiva.
 
Dare solennità al momento conclusivo dell’annata sportiva, significa alla fine lasciare in ognuno dei partecipanti una traccia importante, dal punto di vista emotivo-affettivo, su quanto di bello e significativo sono riusciti a costruire tutti assieme in un anno di impegno sportivo.

Autore

| Psicologo - Psicoterapeuta
Laureato in Psicologia nel 1986 all’Università di Padova, svolge da 25 anni l’attività di psicologo clinico convenzionato presso il Dipartimento Dipendenze dell'AAS n.5 “Friuli occidentale”.
  • Consulente dal 2010 per il settore giovanile del Pordenone Calcio (Lega Pro).
  • Collaboratore esterno - Settore Giovanile Scolastico - FIGC del Friuli Venezia Giulia e membro del Coordinamento Regionale Psicologi Settori Giovanili della FIGC-SGS- Friuli Venezia Giulia.
  • Formatore della FIGC - Friuli Venezia Giulia - Settore Tecnico per i corsi allenatori UEFA B.
  • Socio dell’AIPS (Associazione Italiana Psicologia dello Sport)

Articoli correlati