Coordinazione oculo-manuale più tecnica del portiere 1 | YouCoach Salta al contenuto principale

Coordinazione oculo-manuale più tecnica del portiere 1

Coordinazione oculo-manuale più tecnica del portiere 1

 
Coordinazione oculo-manuale più tecnica del portiere 1
Materiale
  • 1 speed ladder
  • 3 cinesini
  • 2 coni di diverso colore
  • 2 palline di piccole dimensioni
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 20x20 metri
  • Giocatori: 4
  • Tempo di svolgimento: 10 minuti
  • Numero di serie: 6/8 ripetizioni per ogni portiere
Sommario Obiettivi Secondari
Esercitazione di tecnica del portiere con elementi cognitivi e capacità coordinative
Afferrare, Tecnica del portiere, Tecnica di tuffo, Tecnica di presa, Posizionamento del portiere, Tecnica di deviazione, Combinazione, Capacità di differenziazione, Reazione, Ritmizzazione
Organizzazione

Disporre il materiale come indicato in figura: posizionare all'inizio del percorso una speed ladder; dopo di essa creare un cancello di larghezza 1 metro circa con due cinesini. All'uscita dal cancello, in diagonale verso destra e verso sinistra posizionare due coni di diverso colore (blu e rosso in figura) in linea orizzontale ad una distanza di circa 4 metri uno dall'altro. Appoggiate sopra entrambi i coni una pallina di piccole dimensioni. Verticalmente, in posizione centrale a distanza di circa 10 metri dai due coni, collocare l'ultimo cinesino in cui si sistemerà l'allenatore con una buona scorta di palloni. I quattro portieri si posizionano all'inizio del percorso, prima della speed ladder, in fila in attesa del proprio turno di partenza. Terminato il percorso ogni portiere rientra in corsa lenta di recupero in coda alla fila. Le distanze del percorso vanno ampliate o diminuite a scelta dell'allenatore in base all'età e alle capacità dei propri giocatori.

Descrizione
  • Il portiere affronta la speed ladder a uno o due tocchi per ogni spazio
  • Il portiere, terminata la speed ladder, scatta verso il cono del colore chiamato dall'allenatore (blu nell'esempio)
  • Afferra la pallina posta sul cono, ritorna sul posto in corsa di arretramento o scivolamento laterale e scatta a prendere l'altra pallina posta sull'altro cono dalla parte opposta (rosso)
  • Ritornato nuovamente in posizione centrale, esegue una parata sulla figura in attacco palla, sul pallone calciato dall'allenatore

 

Coordinazione oculo-manuale più tecnica del portiere 1

Regole
  • La speed ladder va affrontata alla massima velocità e cambiando tecnica di corsa ad ogni ripetizione: una toccata per spazio, due toccate per spazio, avanzamento laterale, avanzamento frontale, appoggio bipodalico, corsa all'indietro ecc.
Temi per l'allenatore
  • Curare i vari aspetti coordinativi: appoggio dei piedi, uso delle braccia, ritmizzazione, combinazione, postura del corpo ecc.
  • Curare i vari gesti tecnici del portiere (tecnica di tuffo, presa, deviazione, ecc.)

Autore

Ritratto di brainfun
| Formazione di giovani portieri e preparatori

BrainFun: una nuova realtà sportiva dedicata ai portieri … ma non solo!


E’ nata durante l’estate 2015 dando il via alle proprie attività a fine Settembre; questa associazione sportiva dedicata alla formazione e preparazione di portieri, di allenatori e preparatori oltre all'organizzazione di eventi sempre a tema, camp, tornei e meeting anche in collaborazione con sodalizi del territorio.
 

La volontà primaria è quella di offrire ai giovani portieri ed alle società una possibilità di condividere e ampliare le loro conoscenze e competenze tecniche. Singolare e non scontato il nome: è stato scelto l'accostamento di due termini inglesi molto significativi per l'associazione: Brain (Cervello) e Fun (Divertimento). La base di partenza è proprio la catena Capire, Scegliere, Giocare, Divertirsi, portando gli atleti a capire ogni situazione di gioco, prendere una decisione e quindi giocare, trasformando il ruolo del portiere da completamente passivo ad attivo in campo. Insomma, come dicono in coro i collaboratori ... non una semplice parata! 

Articoli correlati