5 contro 3: esercizio per le transizioni | YouCoach Salta al contenuto principale

5 contro 3: esercizio per le transizioni

5 contro 3: esercizio per le transizioni

 
Obiettivo
5 contro 3: esercizio per le transizioni
Materiale
  • Cinesini
  • Palloni
  • 3 casacche
Preparazione
  • Area di gioco: 40x25 metri
  • Giocatori: 8
  • Tempo di svolgimento: 21 minuti
  • Numero di serie: 3 da 5 minuti con 2 minuti di recupero
Sommario Obiettivi Secondari
Lavoro sulle transizioni, il possesso palla e il pressing
Trasmissione, Smarcamento, Intercetto, Contrasto, Scaglionamento offensivo, Mobilità, Triangoli di possesso, Possesso palla, Riaggressione, Pressing
Organizzazione
Creare su una zona del campo un rettangolo di 40x25 metri, diviso in due aree adiacenti da 20x25 metri (come in figura). All'interno di un rettangolo si gioca un 5 contro 3. Iniziare l'esercitazione col possesso per poi inserire il lavoro sulla transizione.
Descrizione
  • I giocatori in possesso sono disposti uno per lato e uno centrale, formando dei triangoli, in modo che ogni giocatore abbia due possibilitá di passaggio sul corto e una sul lungo
  • I giocatori devono scegliere sempre la giocata migliore che possa far proseguire il possesso palla
  • I giocatori devono compiere cinque passaggi consecutivi tra di loro prima di poter passare nel rettangolo adiacente e quindi iniziare la fase di transizione (esempio in figura)

 

5 contro 3: esercizio per le transizioni

Regole
  • Il passaggio per cambiare settore dev'essere fatto palla a terra in profondità
  • Se i tre difendenti riescono a recuperare palla devono cambiare rettangolo e mantenere il possesso dall'attacco degli avversari per il maggior tempo possibile
  • I giocatori in possesso, se perdono palla, devono seguire i tre difendenti nel rettangolo opposto, recuperare palla e tornare nel rettangolo di partenza per continuare il possesso
  • I giocatori che perdono palla devono effettuare un pressing immediato sul portatore di palla
Varianti
  1. Iniziare il gioco 5 contro 2 e introdurre il terzo giocatore in un secondo momento
  2. Cambiare la dimensione del campo per lavorare ad una intensitá maggiore
Temi per l'allenatore
  • Oltre agli obiettivi iniziale può essere curato il lavoro sulla penetrazione 
  • Se vengono aumentati gli spazi l'esercizio puó diventare ad alta intensitá, andando quindi a toccare parametri condizionali

Articoli correlati