Partita con presa | YouCoach Salta al contenuto principale

Partita con presa

Partita con presa

 
Obiettivo
Materiale
  • 2 porte regolamentari
  • 9 casacche (rosse in figura)
  • Cinesini per delimitare il campo di gioco
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 45x35 metri
  • Giocatori: 20 (18 di movimento + 2 portieri)
  • Tempo di svolgimento: 24 minuti
  • Numero di serie: 2 tempi da 10 minuti con 2 minuti di recupero
Sommario Obiettivi Secondari
Partita a tema per allenare la velocità di trasmissione con smarcamento e mobilità continua
Anticipazione, Differenziazione spazio-tempo, Potenza aerobica, Trasmissione, Ricevere, Contrasto, Tiro in porta, Marcamento, Mobilità, Copertura, Pressing
Organizzazione

Creare con i cinesini un campo di gioco di larghezza 45 metri per lunghezza 35 metri partendo dalla linea di fondo campo. Disporre la seconda porta regolamentare a distanza di 35 metri da quella di fondo campo frontale ad essa sul lato opposto. Le due squadre si schierano in campo per giocare un 10 contro 10 (squadra bianca contro squadra rossa in figura). Ogni squadra è composta da 9 giocatori più il portiere a difesa della porta di competenza.

Descrizione
  • Si gioca una partita di 2 tempi da 10 minuti ciascuno
  • Per conquistare palla, è sufficiente toccare il giocatore avversario in possesso del pallone che, se non è stato rapido nel trasmettere palla ai propri compagni e viene toccato, deve lasciare la palla alla squadra avversaria
  • La palla può quindi essere rubata con contrasto, intercetto, anticipo oppure semplicemente toccando con la mano l'avversario in possesso del pallone

 

Regole
  • Qualora il possessore del pallone venga toccato senza essersi liberato prima della palla deve velocemente passare la stessa all'avversario più vicino, quindi non deve trattenerla o lanciarla via (questo per mantenere alta l'intensità di gioco)
  • La regola del tocco non vale nelle situazioni di tiro in porta (conclusione) su traversoni o cross da fondo campo
Varianti
  1. Il giocatore in possesso, se viene toccato, deve liberarsi della palla entro 2 secondi, lasciandola sul posto e rientrando velocemente in fase difensiva (questo aiuta i giocatori qualora risulti troppo difficile la fase iniziale dell'esercizio)
Temi per l'allenatore
  • Questa esercitazione è molto utile per lavorare sulla velocità di trasmissione palla in regime situazionale e competitivo come la partita a tema
  • Per il settore giovanile può essere molto utile utilizzare la suddetta esercitazione in fase di attivazione lavorando su concetti quali la mobilità e lo smarcamento (portati necessariamente all'estremo per evitare di perdere il possesso palla) e la trasmissione che deve essere rapida, efficace, precisa e soprattutto ponderata in quanto si deve valutare il compagno meglio posizionato in grado di ricevere
  • In fase di non possesso, l'esercitazione aiuta molto la marcatura diretta in quanto, aiutati dal regolamento, i giocatori sono più portati a marcare stretto l'avversario più vicino per rubargli il tempo di gioco e sono più attenti allo spazio libero dove l'attaccante può smarcarsi per ricevere palla (attacco dello spazio per dettare la giocata)
  • L'esercizio è molto utile nello stimolare il tiro dal limite dell'area in quanto bisogna essere veloci e prepararsi bene con il corpo per una rapida conclusione (ridurre i tempi della conclusione)
  • Saper utilizzare tale esercitazione con le giuste tempistiche e riproposizioni favorisce il miglioramento della tecnica e tattica individuale dei singoli in quanto si verificano costantemente dei duelli di 1 contro 1 all'interno del gioco globale

Articoli correlati