2 contro 1 - AFC Ajax | YouCoach Salta al contenuto principale

2 contro 1 - AFC Ajax

2 contro 1 - AFC Ajax

 
Obiettivo
Materiale
  • 6 coni
  • palloni
  • 1 porta (misura adatta alla categoria)
  • 2 casacche (bianche in figura)
  • 1 cinesino
Preparazione
  • Area di gioco: 40x40 metri
  • Giocatori: 13 (12 di movimento + 1 portiere)
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 3 da 4 minuti con 1 minuto di recupero passivo tra le serie (utile ad intercambiare i ruoli tra difensori e attaccanti)
Sommario Obiettivi Secondari
Esercitazione con sviluppo consecutivo di 2 situazioni di "2 contro 1" e successiva finalizzazione
Anticipazione, Differenziazione spazio-tempo, Trasmissione, Controllo orientato, Guida della palla, Dribbling, Conclusione, Intercetto, Contrasto, Improvvisazione, Dai e vai
Organizzazione

Creare posizionando i coni ai vertici, a partire dal limite dell'area di rigore, 2 rettangoli di 20mt di larghezza x 10mt di profondità adiacenti e successivi (come in figura, rettangoli A e B). Inserire un giocatore difensivo per quadrato, munito di casacca (2 difendenti bianchi uno per rettangolo in figura). Posizionare un giocatore offensivo (rosso) in corrispondenza del cono centrale fra i due rettangoli, fuori dall'area di gioco. Posizionare i rimanenti giocatori offensivi in corripondenza del quadrato più distante dalla porta, in fila dietro al cinesino di partenza, in attesa del proprio turno. L'allenatore si posiziona esternamente ai rettangoli, con i palloni a disposizione. Il portiere si posiziona a difesa della porta.

Descrizione
  1. L'allenatore passa il pallone al difensore posizionato nel rettangolo A
  2. Il difensore effettua il controllo orientato e trasmette la palla, attraverso un lancio alto, al primo attaccante della fila di giocatori in prossimità del cinesino di partenza
  3. L'attaccante effettua uno stop ed in guida della palla porta velocemente il pallone nel rettangolo B (il primo rettangolo di fronte a lui). Contemporaneamente si attiva il secondo attaccante, che si trova esternamente vicino al cono, che si sposta all'interno del rettangolo B a sostegno dell'azione d'attacco in appoggio al compagno portatore di palla (si crea nel primo rettangolo B una situazione di 2 contro 1 a favore degli attaccanti rossi)
  4. Se gli attaccanti riescono a superare il loro diretto avversario (difendente bianco) entrano nel secondo rettangolo (A) più vicino alla porta, per giocare un altro "2 contro 1" contro il secondo difendente bianco
  5. Si gioca così in entrambe le zone (rettangoli A e B), una situazione di 2 contro 1 di superiorità numerica a favore degli attaccanti

 

 

  • I 2 giocatori offensivi (attaccanti rossi), tramite scambio o dribbling, devono cercare di superare il primo difensore (difendente bianco) nel rettangolo B. Devono conquistare la zona successiva  per puntare e superare anche il difensore (difendente bianco) nel rettangolo A

 

 

  • Nel caso i giocatori offensivi riescano a superare entrambi i difensori posizionati nei due rettangoli di gioco, possono portare a termine l'azione con un tiro in porta
  • Nel caso uno dei 2 difensori recuperi palla, termina l'azione di gioco

Regole
  • Numero di tocchi libero a disposizione dei giocatori
  • L'azione si interrompe se uno dei difensori intercetta e conquista il pallone in possesso dei giocatori offensivi
  • Ogni difensore non può uscire dal proprio rettangolo di competenza (può difendere solo all'interno della propria zona)
  • Al termine di ogni serie cambiare i 2 giocatori che difendono ruotandoli con 2 attaccanti (rotazione delle posizioni)
Varianti
  1. Aumentare o diminuire le dimensioni del campo in base alle capacità dei giocatori
  2. Limitare il numero di tocchi, per i giocatori offensivi, a 3
  3. Per ottenere un punto gli attaccanti devono fare gol nella porta. Affinchè i difendenti ottengano un punto, chi dei due conquista palla, deve riuscire a trasmetterla al compagno posizionato nell'altra zona di gioco (rettangolo)
Temi per l'allenatore
  • Curare l'orientamento del corpo in ricezione, deve essere sempre aperto verso la porzione di campo più grande
  • Incitare il Dai e Vai: dopo aver giocato la palla ad un compagno, il giocatore continua la corsa per inserirsi in uno spazio libero dove ricevere nuovamente
  • Il dribbling prevede l'abilità di evitare gli eventuali interventi e contrasti da parte degli avversari, per creare superiorità numerica, per andare alla conclusione, per fare un assist o rendere pericolosa l'azione
  • Prerequisiti al dribbling: conduzione di palla, capacità senso-percettive, differenziazione, equilibrio mono podalico, reazione e fantasia motoria
  • Elementi chiave del gesto: puntare l'avversario (o sagoma) mantenendo il pallone vicino al piede, condizionare l'equilibrio avversario tramite finte e cambi di direzione evitandone l'intervento 
  • Stimolare i giocatori a mantenere la testa alta durante la conduzione palla, sia per il dribbling che per il possibile scambio con il compagno, per poter valutare le condizioni di spazio disponibili e la giocata più efficace (visione di gioco)

Articoli correlati