Partita a tema 7 contro 5 - Pressing e resistenza | YouCoach Salta al contenuto principale

Partita a tema 7 contro 5 - Pressing e resistenza

Partita a tema 7 contro 5 - Pressing e resistenza

 
Obiettivo
Materiale
  • Palloni
  • Cinesini
  • 5 casacche
  • 8 coni colorati (5 rossi e 3 arancioni in figura)
  • 3 speed ladder
  • 1 porta regolamentare
Preparazione
  • Area di gioco: 40x50 metri + stazioni per esercizi coordinativi esterni al campo
  • Giocatori: 20 (19 di movimento + 1 portiere)
  • Tempo di svolgimento: 21 minuti
  • Numero di serie: 3 da 6 minuti con 1 minuto di recupero passivo dopo ogni serie
Sommario Obiettivi Secondari
Partita a tema attacco contro difesa con lavoro su potenza aerobica, capacità lattacida, resistenza alla velocità e rapidità su speed ladder
Capacità coordinative, Capacità anaerobica, Potenza aerobica, Resistenza alla velocità, Rapidità, Trasmissione, Ricevere, Conclusione, Manovra, Pressing
Organizzazione

Creare con i cinesini un campo di gioco largo come l'area di rigore ovvero circa 40 metri e lungo dalla linea di fondo campo alla linea di centrocampo ovvero 50 metri circa. All'interno del campo di gioco si sfidano sette attaccanti (bianchi) contro cinque difendenti (rossi). Il portiere si posiziona a difesa della porta e gioca con la squadra rossa (difendenti). Vengono posizionati sulla riga di fondo campo cinque coni (uno per ogni giocatore in maglia rossa); fuori dal campo, lateralmente, in base al numero di giocatori rimasti fuori dal gioco (nell'esempio sette giocatori bianchi) creare tre o quattro percorsi coordinativi (speed ladder più coni arancioni, da affrontare con la stessa esecuzione coordinativa). Molto importante è che non si formino troppe code, con conseguenti lunghe pause per i giocatori che sono in fila in attesa, per questo motivo creare più stazioni esterne con al massimo due o tre giocatori per percorso.

Descrizione
  • I giocatori bianchi in campo (7), giocano al massimo a due tocchi e hanno come obiettivo fare gol nella porta regolamentare. I giocatori rossi, con il portiere, giocano per difendere la porta. L'avvio dell'azione di gioco avviene dalla linea di metà campo. I giocatori rossi devono conquistare il pallone e con una trasmissione verticale (verticalizzazione) cercare di passarlo all’allenatore che si posiziona all'interno della lunetta di centrocampo. Nel frattempo i giocatori bianchi rimasti all’esterno dell'area di gioco fanno un lavoro coordinativo sui vari percorsi
  • Prima dell’inizio dell’esercizio si formano delle coppie tra i giocatori bianchi interni (attaccanti) e i giocatori bianchi esterni (attaccanti) per lo scambio di posizione, riducendo al minimo la perdita di tempo durante il cambio dei ruoli tra una serie e l'altra
  • L’esercitazione si presenta sotto forma di una partita ad una porta in superiorità numerica (7 contro 5) a favore di chi attacca
  • Durante lo svolgimento della partita, con cadenza circa di 2 minuti, l’allenatore dovrà dare un segnale (ad esempio gridare “via”), e i giocatori rossi dovranno scattare all’indietro verso la linea di fondo campo e andare a toccare il proprio cono rosso per poi riprendere posizione alla massima velocità. Nel frattempo i giocatori bianchi faranno possesso palla, trasmettendosela, senza attaccare la porta (esempio in figura). Dopo che i giocatori rossi hanno concluso la progressione andata e ritorno e si sono riposizionati nel campo di gioco, si riprende a giocare la partita
  • Durante la partita, i giocatori all’esterno faranno un lavoro coordinativo sulle speed ladder, 90 secondi di lavoro con 30 secondi di riposo
  • Quando l’allenatore fischierà il termine della prima serie (6 minuti) i giocatori bianchi esterni si invertiranno di posizione con i giocatori bianchi e rossi all’interno del campo. Cercare di gestire la rotazione dei giocatori in modo che nelle tre serie tutti i giocatori alternino una fase difensiva a una offensiva nella partita e una di lavoro coordinativo esterno
  • È importante che tutto venga fatto senza perdite di tempo e alla massima velocità

 

Regole
  • Gli attaccanti (giocatori bianchi) giocano a due tocchi
  • I difensori (giocatori rossi) giocano a tocchi liberi
  • Al termine di ogni serie ruotare i sette giocatori esterni che eseguono i percorsi coordinativi con sette giocatori interni al campo che giocano la partita
Varianti
  1. Se si hanno difensori in aggiunta si può pensare di ricreare una situazione simile a quella dei giocatori bianchi anche per i giocatori rossi facendoli lavorare alternativamente nella partita e sui percorsi coordinativi esterni
  2. Due squadre fuori che lavorano sui percorsi coordinativi e due squadre dentro che giocano la partita all’interno del campo di gioco
Temi per l'allenatore
  • L’allenatore deve tenere altissimo il ritmo, far eseguire sia la partita, sia le progressioni a fondo campo, sia gli esercizi coordinativi e di rapidità alla massima intensità e con le giuste pause di recupero
  • Variare l'esecuzione dei percorsi coordinativi esterni sulle speed ladder: una o più toccate per spazio, avanzamento laterale o frontale, appoggi monopodalici o bipodalici ecc.
  • Curare gli aspetti tattici del reparto difensivo che lavora in situazione di inferiorità numerica 

Articoli correlati