Circuito Warm-up | YouCoach Salta al contenuto principale

Circuito Warm-up

Circuito Warm-up

 
Obiettivo
Materiale
  • 19 cinesini
  • 16 coni (8 gialli e 8 rossi)
  • 3 ostacoli (media altezza)
  • 3 palloni regolamentari
  • 6 palloni piccoli
  • 1 skimmy ("medusa")
Preparazione
  • Area di gioco: 20x20metri
  • Giocatori: 19
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 2 giri per ogni giocatore (prima in un senso poi nell'altro)
Sommario Obiettivi Secondari
Circuito tecnico motorio a stazioni multiple per allenare coordinazione, tecnica di base e forza
Capacità coordinative, Combinazione, Equilibrio, Forza, Agility, Gesti tecnici, Interno piede, Guida della palla, Dominio della palla, Circuito tecnico-motorio, Riscaldamento
Organizzazione

In un cerchio di circa 20 metri di diametro preparare il materiale come in figura. L'importante è che si alternino una stazione di mobilità (propriocezione) ad una stazione tecnica. I coni sono posizionati a circa 50 cm uno dall'altro e mentre gli ostacoli sono posizionati a 70 cm uno dall'altro. Gli ostacoli utilizzati sono di un'altezza media (circa 40/50cm da terra a seconda anche della categoria che andremo ad allenare). Lungo il perimetro del cerchio sono collocati 19 cinesini equidistanti tra loro, ogni cinesino rappresenta una stazione di lavoro differente. Ogni giocatore si dispone su un cinesino pronto ad iniziare l'esercizio. Aumentare o diminuire il numero di cinesini (stazioni di lavoro) in base al numero dei giocatori a disposizione.

Descrizione

I giocatori svolgono l'esercitazione senza scarpe e per circa 10 secondi a stazione con l'allenatore incaricato di chiamare il cambio.

In senso orario:

  • Stazione 1: Il giocatore effettua un esercizio di mobilità scavalcando l'ostacolo con movimento da ''ostacolista''
  • Stazione 2: Il giocatore effettua uno slalom tra i coni in guida palla d'interno piede alternato alla suola (palla piccola)
  • Stazione 3: Il giocatore effettua dei balzi monopodalici (prima la gamba destra poi la sinistra)
  • Stazione 4: Il giocatore svolge un dominio della palla con l'interno di entrambi i piedi attorno al cinesino (palla piccola)
  • Stazione 5: Il giocatore esegue degli affondi con la gamba destra in avanti
  • Stazione 6: Il giocatore effettua uno slalom tra i coni in guida palla d'interno piede alternato alla suola (palla piccola)
  • Stazione 7:  Il giocatore esegue degli affondi con la gamba sinistra in avanti
  • Stazione 8: Il giocatore esegue una finta (doppio passo) in prossimità del cinesino (palla piccola)
  • Stazione 9: Il giocatore esegue una proporicezione monopodalica sullo skimmy prima solo con un piede poi solo con l'altro
  • Stazione 10: Il giocatore palleggia con entrambi i piedi (palla piccola)
  • Stazione 11: Il giocatore effettua degli slanci saggitali con la gamba destra
  • Stazione 12: Il giocatore lancia la palla in aria ed esegue un controllo con l'interno destro (palla regolamentare)
  • Stazione 13: Il giocatore effettua degli slanci saggitali con la gamba sinistra
  • Stazione 14: Il giocatore lancia la palla in aria ed esegue un controllo con l'interno sinistro (palla regolamentare)
  • Stazione 15: Il giocatore esegue uno skip alto monolaterale sui coni (gamba destra)
  • Stazione 16: Il giocatore esegue una finta (con la suola) in prossimità del cinesino (palla piccola)
  • Stazione 17: Il giocatore effettua uno skip alto monolaterale sui coni (gamba sinistra)
  • Stazione 18: Il giocatore palleggia sono con un piede in modo alternato (palla regolamentare)
  • Stazione 19: Il giocatore esegue uno squat da fermo   

Al termine del giro, dopo un minuto di recupero passivo, si ripete la sequenza di esercizi in senso antiorario.

 

Varianti
  1. L'allenatore può variare a suo piacimento la disposizione dello spazio (es. in un quadrato), i tempi di esecuzione di ogni singola stazione e l'eventuale cambio di sequenza degli esercizi
  2. Eseguire gli esercizi a coppie diminuendo il numero delle stazioni
Temi per l'allenatore
  • Controllare il corretto svolgimento degli esercizi senza palla (capacità coordinative generali e speciali)
  • Correggere le eventuali proposte tecniche qualora non fossero eseguite adeguatamente (esecuzione corretta del gesto tecnico)
  • Incitare i giocatori a concentrarsi di volta in volta sulla propria esercitazione
Circuit Warm Up - Andrea Nonnato, Biancoscudati Padova

Autore

| Allenatore Fisico Allievi Nazionali Lega PRO

 

 

Sono nato a Rovigo nel 1984, e fino ai dodici anni la mia passione era il basket, non il calcio come invece lo è tutt’ora. Sono un preparatore atletico, anche se preferisco come definizione allenatore fisico vista la complessità, la delicatezza e l’empatia necessaria con gli atleti che ti trovi di fronte.

Ho conseguito la laurea magistrale in Scienze Motorie all’Università di Bologna e il Master in Preparazione Atletica nel Calcio con le Università di Pisa e Verona, che mi ha abilitato ad essere allenatore fisico professionista di settore giovanile. Attualmente sto completando il Master di Coverciano che invece mi permetterà di essere considerato un vero e proprio allenatore fisico professionista.

Sul campo, ho lavorato un anno con gli Allievi Nazionali del Modena Calcio, due anni con gli Allievi Regionali del Padova, un anno con i Giovanissimi Nazionali del Padova, un anno con la Prima Squadra (serie B) di mister Pea a Padova e quest’anno con gli Allievi Nazionali Lega PRO del Calcio Padova 1910, oltre che essere organizzatore di eventi sia con l’AIPAC Veneto che con il Calcio Padova 1910.

Lavorare con i giovani è la cosa migliore perché cresci uomini oltre che giocatori e mi diverte molto anche il rapporto che si instaura con loro, ma è inutile che nasconda il piacere e l’ambizione di poter lavorare ai massimi livelli!

Articoli correlati