Dov'è il mio compagno? | YouCoach Salta al contenuto principale

Dov'è il mio compagno?

Dov'è il mio compagno?

 
Obiettivo
Dov'è il mio compagno?
Materiale
  • 10 cinesini
  • 6 casacche (2 per colore)
  • 4 palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 15x15 metri
  • Giocatori: 7
  • Tempo di svolgimento: 12 minuti
  • Numero di serie: 6 da 1 minuto con 1 minuto di recupero fra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Guida della palla e visione periferica per controllare la posizione del compagno
Orientamento, Guida della palla, Guida della palla in velocità
Organizzazione

Creare un pentagono capovolto con i vertici che distano 10 metri dal centro. All’interno della figura, creare un secondo pentagono (in questo caso non capovolto) con i vertici che distano 3 metri dal centro. Utilizzando le casacche, dividere i giocatori in tre coppie. Un giocatore per coppia, con un pallone, si posiziona all’interno del pentagono più piccolo. I compagni, senza palla, si sistemano all’esterno del pentagono più grande. Un giocatore senza casacca, che darà il via all’esercizio, si muove con un pallone nello spazio compreso tra le due figure.

 

L'esercizio è tratto dall'e-book:

 

Descrizione
  • Sia i giocatori all’esterno del pentagono più grande sia quelli all’interno del pentagono più piccolo si devono muovere in corsa e conduzione palla lenta fino a quando il giocatore che si trova nello spazio intermedio non decide di fermare il proprio pallone per far iniziare l’esercizio
  • Da quel momento, i giocatori all’interno del pentagono più piccolo devono condurre la palla velocemente verso il proprio compagno di squadra che si trova all’esterno del pentagono grande
  • Quest’ultimo, finché non ha ricevuto la palla non può entrare nello spazio centrale, una volta ricevuta deve entrare velocemente nel pentagono interno in conduzione

 

Dov'è il mio compagno?

Regole
  • Chi ritorna per primo all’interno del pentagono più piccolo in conduzione palla ottiene un punto
  • Alternare a ogni ripetizione il giocatore che dà il via all’esercizio
Varianti
  1. Svolgere l’esercizio senza palla; prima di dare il touch al compagno far eseguire capovolta
Temi per l'allenatore
  • Punti chiave: controllare la propria posizione in riferimento al compagno, agli avversari e al giocatore che dà il via all’esercizio
  • Conduzione: chiedere sempre al giocatore che dà il via di far iniziare l’esercizio dopo che i giocatori hanno recuperato completamente
  • Correzioni: aumentare il numero di punti a disposizione per non rischiare che i giocatori si fermino dopo che il primo entra nella figura più piccola

Articoli correlati