Esercizio tecnico per lo sviluppo della resistenza | YouCoach Salta al contenuto principale

Esercizio tecnico per lo sviluppo della resistenza

Esercizio tecnico per lo sviluppo della resistenza

 
Materiale
  • 6 coni
  • Casacche di tre colori
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 30x100
  • Giocatori: tutta la squadra (lavoro a terne)
  • Tempo di svolgimento: 20 minuti
  • Numero di serie: 2 da 8 minuti con 4 minuti di recupero attivo tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Lavoro sulla resistenza aerobica abbinato ad un gesto combinato: passaggio e ricezione
Capacità aerobica, Potenza aerobica, Corsa in accelerazione, Corsa stop e ripartenza, Trasmissione, Ricevere, Controllo orientato, Smarcamento, Marcamento
Organizzazione

Per l'esercitazione viene sfruttata tutta la lunghezza di un campo regolamentare. Collocare i sei coni in diagonale uno rispetto all'altro ad una distanza di circa 30 metri uno dall'altro creando un percorso come in figura. Tutta la squadra viene divisa in gruppi da tre giocatori, ogni gruppo con componenti di colore diverso (giallo, bianco, rosso nell'esempio). Ogni terna eseguirà il percorso con un pallone. I coni rappresentano i punti di riferimento (linee con coni) che i giocatori devono raggiungere e rispettare durante il percorso.

Descrizione
  • I tre giocatori si posizionano in prossimità di un angolo del campo (corner) in cui è collocato il cono di partenza: il giocatore B (bianco) in possesso del pallone, il giocatore A (giallo) a sostegno di B e il giocatore C (rosso) in marcatura (come in figura)
  • Ad ogni passaggio in diagonale, i giocatori si alternano nelle tre posizioni con le seguenti modalità: il giocatore di sostegno A raggiunge il pallone trasmesso da B in direzione del cono successivo, il giocatore C diventa sostegno e il giocatore B, che ha trasmesso il pallone in diagonale, diventa marcatore e si posiziona velocemente in ostacolo ai due compagni
  • L’esercitazione termina al raggiungimento del fondo campo opposto (in prossimità della porta regolamentare)
  • Il giocatore che funge di volta in volta da marcatore contrasta in modo passivo i due avversari ovvero non lavora sulla conquista palla o intercetto del pallone, ma solo come ostacolo fra i due attaccanti in modo che questi si propongano nello spazio sulla profondità in zona "luce" per ricevere il passaggio del compagno
  • Il movimento delle terne da una linea di fondo campo all'altra avviene a zig-zag con variazione continua delle posizioni nel tratto tra un cono e l'altro

 

Regole
  • Percorrere brevi distanze in diagonale (10, 20, 30 metri al massimo)
  • Tale esercizio termina a fondo campo o con il raggiungimento di cinque trasmissioni palla della terna
  • In base al numero di giocatori far partire ogni terna quando la precedente si trova a metà oppure ha terminato il percorso
  • Fra una ripetizione e l’altra della medesima serie deve intercorrere una pausa molto breve (micro-pausa)
  • La pausa normale, ad intervallo di recupero, si ha tra una serie e l’altra
  • Fra una serie e l’altra, nel corso della seduta di allenamento, si possono avere anche grandi pause (8-10 minuti) da utilizzare con esercitazioni tecniche a ritmo relativamente blando in modo però, che le pulsazioni non scendano sotto i 110-120 battiti al minuto (fase di recupero attivo)
Varianti
  1. Aumentare o diminuire le distanze da percorrere in base alla categoria che andremo ad allenare
  2. Aumentare o diminuire le serie e gli intervalli di recupero in base all'obiettivo condizionale che intendiamo raggiungere
Temi per l'allenatore
  • Valutare la tecnica della trasmissione e ricezione della palla in regime di fatica fisica su medio-lunghe distanze
  • Allenare la capacità di sostenere la resistenza da parte dei giocatori (capacità e resistenza aerobica)

Articoli correlati