Giochi attività di base | YouCoach Salta al contenuto principale

Giochi attività di base

Giochi attività di base

Sigla: 
GAB
Il percorso di formazione nell’attività di base rappresenta le fondamenta sulle quali costruire il calciatore del futuro; gli stimoli che il bambino riceve in questa fase del cammino incideranno in modo indelebile nella sua personalità, nel suo carattere e nelle sue attitudini tecnico tattiche.
 
Con il termine “Attività di Base” intendiamo il percorso che va dai 5 ai 12 anni e che inizia nella categoria dei Primi Calci per poi passare dalle tre annate dei Pulcini e per finire con il biennio degli Esordienti. In totale 8 annate che coincidono con il percorso scolastico che va dalla prima elementare alla terza media. 
 
In questa fase molto delicata e sensibile il compito dell’istruttore è quello di accompagnare ed affiancare il bambino nel percorso di esplorazione  del gioco in tutte le sue sfaccettature.  In un contesto sicuro e protetto il bambino potrà scoprire e familiarizzare con le regole del vivere comune, con le regole del gioco, potrà conoscere il proprio corpo, il contatto con il terreno, il contatto con l’avversario, imparerà a sbagliare per poter aver coscienza del miglioramento; in una sola parola imparerà a “giocare”.
In questo processo di crescita l’allenatore dovrà proporre giochi e situazioni che rispondano a determinati requisiti quali:
  • Dal facile al difficile: le richieste iniziali dovranno essere molto facili in modo che il bambino acquisti sicurezza nei gesti e nei movimenti per poi, in modo graduale, aumentare al difficoltà.
  • Dal semplice al complesso: questo principio si riferisce alle situazioni di gioco che inizialmente dovranno essere semplici e riconoscibili in modo che il bambino cominci ad identificare e scegliere in modo corretto i comportamenti da assumere nei diversi contesti. La complessità della situazione potrà crescere gradualmente aumentando il numero di compagni e di avversari.
  • Dal noto all’ignoto: in un contesto di gioco situazionale come il calcio il giocatore abile è quello che riesce a trovare la soluzione efficace, sia essa tecnica o tattica, a qualsiasi problema che gli si presenti davanti. Il compito dell’allenatore è quello di rendere note più soluzioni possibile e stimolare il singolo a crearne di nuove.
 
Nelle esercitazioni proposte i ragazzi potranno sperimentare il gioco e le sue regole con proposte semplici e stimolanti. In questi contesti l’allenatore potrà incidere con stimoli individuali o di gruppo trasmettendo in modo efficace la propria filosofia.