Colpo di testa | YouCoach Salta al contenuto principale

Colpo di testa

Colpo di testa

Sigla: 
CT
Nel gioco del calcio con il termine “tecnica” intendiamo un insieme di gestualità, più o meno complesse, tramite le quali ogni singolo giocatore si rapporta con la palla; la tecnica rappresenta quindi la capacità di trasferire o di assorbire, tramite il nostro corpo, una certa quantità di energia alla palla per poterla poi controllare e comandare all’interno delle varie situazioni.
 
L’arte del gioco si esprime e si riconosce nel  rapporto tra il singolo e la palla che si traduce nell’acquisizione di determinate abilità al fine di raggiungere la massima maestria nella gestione dell’attrezzo. Tali abilità sono strettamente correlate alle capacità motorie ed il nostro corpo diventa l’unico mezzo per trasferire e mettere in pratica la nostra idea di tecnica.
 
I gesti tecnici nel gioco del calcio si suddividono in:
  • Calciare
  • Ricevere 
  • Guidare la palla
  • Contrastare
  • Colpire di testa
  • Effettuare la rimessa laterale
  • Parare 
 
Ognuno di questi racchiude in se molteplici scopi nel gioco e diverse modalità esecutive. Ogni allenatore, con l’osservazione costante dei propri giocatori, dovrà saper scegliere quali gesti stimolare, insegnare o correggere al fine di migliorare la performance dei propri ragazzi.
Il colpo di testa è una delle abilità tecniche di fondamentale importanza nel gioco che spesso risulta fondamentale per gestire e risolvere molteplici situazioni.   
 
Parti del corpo interessate:
  • Fronte 
  • Fronte superiore
  • Zona parietale
 
Modalità esecutive:
  • Con piedi a terra
  • Con salto sul posto
  • In elevazione con rincorsa
  • Frontale
  • Con angolo di passaggio
  • In tuffo
  • Con avversario
 
Scopi e applicazioni nel gioco:
  • Rinvio o respinta
  • Per trasmettere il pallone
  • Prolungamento (spizzicata)
  • Deviazione
  • Conclusione a rete
 
Nelle esercitazioni proposte i giocatori potranno sperimentare molteplici situazioni e quindi abituarsi ad utilizzare ed affinare il gesto per diventare sempre più efficaci. In questi contesti l’allenatore potrà incidere con correzioni individuali verificando di volta in volta il grado di raffinatezza raggiunto dai propri giocatori.