2 contro 1 | YouCoach Salta al contenuto principale

2 contro 1

2 contro 1

Sigla: 
2vs1
Nel gioco del  calcio con il termine “situazione” e “situazione semplificata” si intende raggruppare tutti i momenti, in gara o in allenamento, in cui c’è la presenza attiva di uno o più avversari che ostacolano e contrastano chi si trova in possesso palla. 
In gara, quindi, assistiamo ad un continuo e rapido cambio di situazioni rispetto alle quali i giocatori elaborano scelte e strategie mirate al raggiungimento del rispettivo obiettivo, sia esso offensivo o difensivo.
Ogni allenatore, con la propria capacità di osservazione ed analisi, potrà estrapolare dalla partite quelle “situazioni” che ritiene importanti per poi riproporle in modo semplificato in allenamento dettando principi e comportamenti coerenti con il proprio credo e la propria filosofia.
 
Una delle situazioni che i giocatori dovranno imparare a riconoscere durante una gara è quella del due contro uno, cioè una temporanea superiorità numerica nel duello diretto con un avversario , situazione che vede favoriti i possessori di palla e rispetto alla quale il difensore dovrà essere molto abile per riuscire ad avere la meglio.
Il due contro uno rappresenta la situazione di riferimento del gioco rispetto alla quale i calciatori potranno sperimentare la lettura della “palla aperta”, della “palla chiusa” e del fuorigioco. In fase offensiva si assisterà alla prima forma di collaborazione con un compagno mentre in fase difensiva verrà sperimentata la gestione dell’inferiorità numerica.
 
Palla aperta: il giocatore in possesso palla ha la possibilità di avanzare verso la porta e di poter effettuare qualsiasi tipo di giocato; in pratica non è contrastato dal difensore.
 
Palla chiusa: il giocatore in possesso palla è contrastato in modo diretto dal difensore che gli impedisce quindi di avanzare e di poter giocare la palla in avanti.
 
Linea del fuorigioco: è la linea che taglia il campo in orizzontale e che immaginiamo in corrispondenza dei piedi del difensore, linea rispetto alla quale gli attaccanti dovranno inevitabilmente adattarsi.
 
In fase offensiva i giocatori in possesso di palla dovranno migliorare la lettura del contesto applicando i seguenti principi:
  • Lettura della palla aperta: il compagno senza palla attacca la profondità 
  • Lettura della palla chiusa: il compagno senza palla si propone in aiuto al portatore evitando il fuorigioco.
  • Chi ha il possesso del pallone punta il difensore in modo da liberare il compagno.
 
In fase difensiva il giocatore non in possesso di palla dovrà curare e migliorare i seguenti principi:
  • Presa di posizione (collocarsi fra la palla e la porta)
  • Dare pressione al portatore alzando il più possibile la linea del fuorigioco
  • Schermare il possibile passaggio del portatore al compagno libero
  • Ricreare un situazione di uno contro uno
 
Nelle esercitazioni proposte i giocatori potranno familiarizzare con molteplici situazioni e quindi abituarsi a leggere velocemente i pericoli per poi scegliere la soluzione che riterranno più efficace. In questi contesti l’allenatore potrà incidere con correzioni individuali trasmettendo in modo efficace la propria filosofia.