Recupero palla, verticalizzazione, attacco a tre: Messi in gol! | YouCoach Salta al contenuto principale

Recupero palla, verticalizzazione, attacco a tre: Messi in gol!

Recupero palla, verticalizzazione, attacco a tre: Messi in gol!

 
Obiettivo
Sommario
Rivediamo grazie alla video analisi il gol di Messi contro il Rayo Vallecano: attacco rapido e geometria
 
Rayo Vallecano – Barcellona. Penultima giornata di campionato. Una partita bellissima! Il Rayo (terza squadra di Madrid) gioca un calcio aperto e molto "spagnoleggiante" nel palleggio e nella lettura delle situazioni. Il Barcellona non ha bisogno di presentazioni… Nonostante il risultato finale (5-1 per Blaugrana) la partita vive di continui attacchi e contrattacchi.
 
Siamo vicini al 23’ del primo tempo. La squadra di Enrique è in vantaggio di 1-0 con Gol di Rakitic un minuto prima. La palla è in possesso del Rayo che, come possiamo vedere in figura, allarga i due centrali difensivi e fa scendere il play per un ampiezza maggiore. Il Barcellona aggredisce in zona palla e scherma il lato debole. 
 
 
Il palleggio del Rayo è di buona qualità e salta lo “schermo” del Barcellona. Iniesta aggredisce immediatamente il nuovo portatore palla. Il play del Rayo gioca in verticale a memoria. Mascherano è in posizione di anticipo.
 
 
Il difensore Argentino recupera palla e verticalizza di prima su Messi che riceve orientato per attaccare la profondità.
 
 
Messi attacca centrale. Suarez che s trova sulla traiettoria prende l’ampiezza di destra. Neymar l’ampiezza di sinistra. 
 
 
L’attacco a tre di figura è da manuale. In questa situazione incide l’allenatore. I tre giocatori si dispongono a vedere tutti e tre la profondità correndo per attaccarla. L’ampiezza non è massima, ma riferita alla zona di campo.
 
 
Se la disposizione a tre è buona parte lavoro di Luis Enrique, le qualità delle giocate successive sono tutte dei tre fenomeni del Barça. Messi gioca in profondità per Neymar. La qualità del passaggio è elevatissima per intensità e precisione. 
 
 
Neymar finta il traversone per Suarez che si trova al secondo palo e mette a sedere il diretto avversario. Poi giocata palla dietro all’argentino che non sbaglia il gol. 
 
 
Partita che la squadra di Madrid finirà in 9 per 2 espulsioni. Ma il Rayo non smetterà mai di giocare palla con i più fori avversari Catalani. Questo attacco è da manuale per qualità delle giocate, ma anche per la disposizione geometrica dei giocatori nello spazio di attacco. Non dobbiamo ricordarlo noi, ma complimenti a Luis Enrique.

 

Video analisi - La geometria del Barça: recupero palla, verticalizzazione, attacco a tre
Categoria: 
Rubrica: 

Articoli correlati