Proposta di costruzione dal basso per difese in linea a 4 giocatori più playmaker | YouCoach Salta al contenuto principale

Proposta di costruzione dal basso per difese in linea a 4 giocatori più playmaker

Proposta di costruzione dal basso per difese in linea a 4 giocatori più playmaker

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini
  • 4 porticine (coni o paletti in alternativa)
  • Palloni
  • Casacche (rosse in figura)
  • 1 porta regolamentare
Preparazione
  • Area di gioco: 60x30 metri
  • Giocatori: da 9 (8 di movimento +  1 portiere)
  • Durata: 20-24 minuti (10-12 minuti a destra, 10-12 minuti a sinistra)
Sommario Obiettivi Secondari
Costruzione manovra dal basso per difese a 4 con playmaker: uscita laterale a destra ed a sinistra a tre giocatori con rotazioni di posizione contro un avversario
Controllo orientato, Passaggio, Tiro in porta, Scaglionamento offensivo, Ampiezza, Mobilità, Appoggio, Rotazione a tre giocatori, Smarcamento sul ruolo, Transizioni
Organizzazione

Creare, posizionando una linea orizzontale di cinesini a 15mt circa fuori dall'area di rigore, un'area di gioco di 60x30mt che chiameremo "zona di costruzione". Lungo la linea orizzontale di cinesini posizionare 4 porticine piccole di 1,5mt di larghezza circa (o crearle con dei coni o paletti) disposte come in figura, 2 a sinistra e 2 a destra rispetto la porta regolamentare e rivolte verso la linea di fondo campo. Questa zona di campo verrà suddivisa a metà con una linea verticale di cinesini, creando la sezione laterale destra e la sezione laterale sinistra. Il lavoro si svolgerà per metà del tempo (10-12 minuti) nella sezione destra con uscite laterali a destra e per metà del tempo (10-12 minuti) nella sezione sinistra con uscite laterali verso sinistra. I giocatori vengono divisi in due gruppi da 4 componenti (3 difendenti bianchi ed 1 attaccante rosso). L'esercitazione si svolge a quaterne (in modo alternato un gruppo alla volta): i 3 difendenti bianchi, indipendentemente dai ruoli che ricoprono, si dispongono a terne rivolti verso la porta, all’estremità opposta della zona di campo in cui andremo a lavorare (la zona di costruzione). Ogni terna di giocatori (bianchi) giocherà con l’ausilio del portiere, sviluppando la manovra di gioco partendo dal basso. Scopo dei giocatori che sviluppano la manovra di gioco è fare gol in una delle due porticine poste all’estremità della zona di costruzione. L’avversario (giocatore rosso in figura), partendo dietro la linea delle porticine, cercherà, andando in pressione, di ostacolarne l’azione e conquistare palla per concludere nella porta regolamentare (situazione di 3 contro 1 più portiere).

 

L'esercizio è tratto dall'e-book:

Descrizione

Il giocatore A (terzino destro), il giocatore B (difensore centrale destro) e il giocatore C (playmaker) partono contemporaneamente dopo che uno di essi ha effettuato il passaggio al portiere.

Di volta in volta i difendenti si alterneranno nelle posizioni di partenza e nei ruoli per lavorare su posizioni di campo diverse.

  • Dopo aver trasmesso palla al portiere i 3 difendenti prendono velocemente posizione in campo distribuendosi per garantire 3 linee di passaggio diverse al portiere (movimenti 1): il giocatore B si apre lateralmente per garantire un appoggio laterale al portiere, il giocatore C si mette in posizione verticale per garantire un passaggio frontale al portiere, il giocatore A si posiziona scaglionato lavorando in ampiezza sulla riga laterale del campo.
  • Sarà il portiere, dopo aver controllato palla, a scegliere a chi effettuare la prima trasmissione palla.
  • L'avversario (attaccante rosso) va in pressione sul primo giocatore che riceve palla dal portiere (nell'esempio il difensore centrale B che si è aperto lateralmente).
  • Il portiere chiama l’attacco avversario al compagno in possesso palla che, a quel punto, gli restituisce il pallone con gioco in scarico.
  • I tre difendenti quindi, si spostano rapidamente, cambiando le proprie posizioni in campo con una rotazione a tre per ricreare nuovamente tre linee di passaggio al portiere per la nuova costruzione e per eludere la pressione dell’attaccante avversario (movimenti 2).
  • Lo smarcamento continuo e coordinato dei difendenti permette loro di posizionarsi in zona "luce", ricevere palla e guadagnare campo con obiettivo far gol nelle porticine.

 

 

  • Terminata l'azione di gioco, con un gol nelle porticine da parte dei difendenti o con un gol nella porta regolamentare da parte dell'attaccante, parte la quaterna di giocatori successiva.

Regole
  • I giocatori, in entrambe le sezioni di campo, si alternano continuamente nelle posizioni di partenza e quindi nei movimenti e compiti diversi durante lo sviluppo dell’azione di gioco
  • La posizione di partenza della palla varia continuamente
  • Le tre posizioni di campo da conquistare velocemente per ricevere la trasmissione del portiere devono sempre consentire tre soluzioni differenti di passaggio
  • Dopo il ritorno della palla al portiere per chiamata “uomo” su pressione dell’avversario, i tre giocatori devono riposizionarsi velocemente sulle tre linee di passaggio variando la propria posizione
  • I difendenti, lavorando in situazione di superiorità numerica 3 contro 1, hanno a disposizione al massimo 3 tocchi per la giocata (questo li costringe a muovere la palla con velocità e precisione per eludere la pressione dell'avversario e conquistare campo alla ricerca del gol)
  • L'attaccante invece, se conquista palla, ha a disposizione tocchi liberi per la finalizzazione (i difendenti devono essere bravi a lavorare subito sulla fase difensiva per ricercare una riconquista veloce della palla - transizione negativa)
Varianti
  • Nel caso di più giocatori a disposizione, si possono dividere e distribuire nelle due sezioni di campo destra e sinistra e farli lavorare contemporaneamente con 2 portieri. A metà del tempo, invertire le posizioni dei gruppi di lavoro (difendenti, attaccanti e portiere) nelle due porzioni di campo
Temi per l'allenatore
  • Il tempo di smarcamento e la scelta della zona in cui prendere posizione per ricevere palla dal portiere sono determinate dalla palla di partenza: sarà chi gioca palla al portiere a partire per primo nello smarcamento, gli altri dovranno reagire di conseguenza al fine di assicurare il più velocemente possibile al portiere tre soluzioni di passaggio
  • Curare il timing di uscita, la tecnica di corsa e la postura del corpo a seconda della zona di campo occupata e la visuale su palla, compagni ed avversario
  • Stimolare l’elaborazione veloce e le scelte cambiando spesso riferimenti ai giocatori che sviluppano la manovra: posizioni di partenza, posizione di partenza della palla, sequenza di passaggi dopo la trasmissione del portiere ad un compagno
  • Lavorare sulla ricezione orientata
  • Lavorare su tempi e modi del movimento di rotazione a tre giocatori
  • Stimolare la comunicazione fra compagni e la sincronizzazione nei movimenti
  • Lavorare sulla fase di transizione e chiusure preventive: disposizione in campo equilibrata per garantire una veloce pressione sulla palla nel caso di intercetto da parte dell'attaccante

Articoli correlati