Possesso palla 2 vs 3 più 4 sponde esterne | YouCoach Salta al contenuto principale

Possesso palla 2 vs 3 più 4 sponde esterne

Possesso palla 2 vs 3 più 4 sponde esterne

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini per delimitare il campo di gioco
  • 3 casacche (rosse in figura)
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 20x20 metri
  • Numero di giocatori: 9
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 4 da 3 minuti con 1 minuto di recupero passivo tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Situazione semplificata di possesso palla per allenare i giocatori al passaggio ed allo smarcamento
Visione periferica, Controllo orientato, Contrasto, Smarcamento, Passaggio, Intercetto, Dai e vai, Perso palla - Attacco palla, Sponda, Triangolo
Organizzazione

Crea un campo di gioco 20x20 metri con l'ausilio dei cinesini. All'interno del campo si posizionano due giocatori bianchi contro tre giocatori rossi. Lungo ogni lato del quadrato di gioco, all'esterno del perimetro, si sistema un giocatore bianco che funge da sponda laterale (come in figura). Le quattro sponde esterne possono muoversi in zona "luce" per ricevere palla solamente lungo il loro lato di competenza. Palla in possesso della squadra bianca (squadra in superiorità numerica che gioca per il mantenimento del pallone). Tenere attorno al quadrato di gioco dei palloni per dare continuità al possesso senza che ci siano grosse interruzioni.

Descrizione
  • Al segnale d'avvio dell'allenatore la squadra bianca inizia un possesso palla contro la squadra rossa. Si crea all'interno del campo un 2 (giocatori bianchi) contro 3 (giocatori rossi).
  • La squadra bianca mentre mantiene il possesso palla può avvalersi dell'aiuto delle quattro sponde esterne al quadrato (si gioca un 6 contro 3 totale)
  • Al termine di ogni serie ruotare i ruoli dei giocatori (interni con esterni, rossi con bianchi) gestendo al meglio ed in modo equilibrato le pause di recupero dei giocatori stessi

 

Regole
  • Nessun limite di tocchi durante il possesso palla
  • Al raggiungimento di otto passaggi interni consecutivi senza intercetto avversario, da parte dei giocatori che giocano con le sponde in superiorità numerica (squadra bianca), viene assegnato un punto
  • Se i giocatori rossi conquistano palla, possono giocare un 3 contro 2 a favore, all'interno del quadrato, per il mantenimento a loro volta del pallone (in questo caso i due giocatori bianchi interni dovranno cercare di riconquistare la palla per ricominciare il possesso con i compagni sponde)
Temi per l'allenatore
  • Creazione triangoli di possesso, utili a evitare il giocatore avversario, racchiudendolo all'interno dei triangoli stessi
  • Curare la reazione alla transazione negativa, perso il possesso il giocatore più vicino al pallone pressa l'avversario mentre i compagni accorciano
  • Curare le distanze globali tra i giocatori
  • Curare l'orientamento del corpo in ricezione, deve essere sempre aperto verso la porzione di campo più grande
  • Incitare il Dai e Vai: dopo aver giocato la palla ad un compagno, il giocatore continua la corsa per inserirsi in uno spazio libero dove ricevere nuovamente
  • Unità ideale minima: Il portatore di palla deve avere, a sua disposizione, un numero minimo di compagni che possano garantire un passaggio in qualsiasi momento (almeno un passaggio in avanti ed un passaggio indietro)
  • Il giocatore più vicino al possessore di palla deve scegliere cosa fare, movimento di avvicinamento o in profondità, innescando di conseguenza il movimento relativo dei compagni
  • Incitare i giocatori ad effettuare il contro movimento per lo smarcamento e la conseguente ricezione del pallone
  • Per innescare una mobilità continua e mantenere un opportuno scaglionamento, due giocatori vicini che si trovano sulla stessa linea, sia essa orizzontale sia verticale rispetto al campo, devono muoversi creando linee di gioco diagonali
  • Adattare le dimensioni del campo in base all'età e alle abilità dei propri giocatori

Autore

| Allenatore settore giovanile

Dal 2001 al 2011 allenatore del settore giovanile presso asd Bakia Cesenatico

Dal 2012 allenatore attività di base presso Ac Cesena
Stagione 2012 esordienti A annata 2000
2013 pulcini A annata 2003
2014 pulcini A annata 2004
 

Articoli correlati