Elementi di 1 contro 1, smarcamento e trasmissione | YouCoach Salta al contenuto principale

Elementi di 1 contro 1, smarcamento e trasmissione

Elementi di 1 contro 1, smarcamento e trasmissione

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini
  • Palloni
  • 1 casacca
Preparazione
  • Area di gioco: 11x11 o 13x13 metri
  • Giocatori: 5
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 5 da 2 minuti con 1 minuto recupero attivo dopo ogni serie
Sommario Obiettivi Secondari
Situazione semplificata di 1 contro 1 per allenare trasmissione, ricezione e smarcamento/marcatura nel duello individuale
Controllo orientato, Smarcamento, Controllo e difesa della palla, Presa di posizione, Marcamento, Intercetto, 1 contro 1, Dai e vai, Pressione, Anticipo
Organizzazione

Predisporre un quadrato di lato 11 metri circa con i 4 cinesini posti ai vertici, disporre tre giocatori sponde di cui uno con la palla su 3 cinesini (lasciando un cinesino libero dei quattro vertici) e lasciare due giocatori al centro, di cui uno con la casacca in mano (che funge da difensore). In caso di più giocatori creare due stazioni di lavoro contemporaneo identiche. Tenere dei palloni vicini, al di fuori del perimetro di gioco, per dare continuità al possesso.

Descrizione
  • Il giocatore centrale deve cercare di smarcarsi dalla marcatura avversaria per ricevere palla, difenderla e trasmetterla ad una delle altre due sponde da cui non ha ricevuto il pallone
  • Il cinesino libero permette alla sponda che ha passato la palla al giocatore al centro del quadrato, o ad un'altra sponda, di muoversi occupando uno spazio libero, questo per aiutare il possessore di palla centrale ad avere sempre più linee di passaggio disponibili e sviluppare così il principio di dare più soluzioni possibili al giocatore in possesso palla
  • La palla può essere giocata anche da una sponda all'altra direttamente senza passare dal centro, questo per togliere i riferimenti al difendente durante la marcatura sull'avversario

 

Regole
  • Se il difensore recupera palla o intercetta la stessa scambia il proprio ruolo con chi ha commesso l'errore. Per evitare pause e dare continuità al gioco, scambiarsi la casacca passandola di mano in mano senza indossarla
  • Cambiare ad intervalli regolari i due giocatori centrali con due sponde esterne (ogni ripetizione). Con 5 ripetizioni ogni giocatore svolgerà il gioco interno al quadrato per 2 volte
Varianti
  1. Vietare la giocata a muro tra sponda-attaccante (questo per favorire il controllo orientato aperto e far 'rischiare' la giocata accrescendo la personalità dell'individuo)
  2. Far lavorare il difendente solo per intercetto o anticipo (si rafforzano molto questi due principi, a discapito però del controllo e difesa palla da parte dell'attaccante, e la gestione della marcatura nella suddetta situazione)
  3. Concedere un SOLO passaggio tra sponda e sponda, questo per 'distrarre' il difendente costretto a porre più attenzione alla palla, e se non risulta attento, subirà lo smarcamento dell'attaccante perdendolo di vista
  4. Ad esercizio compreso è possibile permettere lo scambio tra sponda ed attaccante: rotazione di ruolo tra i due (senza pause durante l'esercizio), favorendo i tempi e le modalità di smarcamento più corrette
Temi per l'allenatore
  • Questa esercitazione semplice, ma non banale, è molto utile in fase di attivazione, o subito dopo il riscaldamento, per lavorare sui principi di smarcamento (sia da parte delle sponde che dal giocatore centrale), gestione 1 contro 1 (sia in fase offensiva che difensiva) e trasmissione-controllo-difesa palla
  • In particolar modo l'allenatore deve porre attenzione sulla ricerca dello spazio (nel corto) da parte del giocatore centrale, in modo da ricevere e avere uno/due tempo/i di gioco per la giocata successiva, staccandosi dalla marcatura avversaria
  • Da parte del difendente l'obiettivo principale sarà quello di avere sotto controllo palla-avversario (riferimenti) cercando l'anticipo su quest'ultimo
  • Da parte delle sponde ci deve essere cura nella trasmissione palla, con tempi e modalità corrette e nel principio di smarcamento attaccando il cinesino libero, utile a dare la soluzione più efficace al possessore di palla (attaccante centrale)

Articoli correlati