Controllo Orientato: dai e vai con triangolo | YouCoach Salta al contenuto principale

Controllo Orientato: dai e vai con triangolo

Controllo Orientato: dai e vai con triangolo

 
Obiettivo
Materiale
  • 16 cinesini
  • 4 coni (oppure 4 paletti)
  • 4 sagome (oppure 8 paletti)
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 15x15 metri
  • Giocatori: da 12
  • Tempo di svolgimento: 24 minuti
  • Numero di serie: 6 da 4 minuti (il recupero dei giocatori è dato dalla fase di attesa in fila del proprio turno di lavoro)
Sommario Obiettivi Secondari
Esercizio di attivazione tecnica con triangolo e controllo orientato in dominio palla: palleggio, guida e trasmissione
Orientamento, Visione periferica, Trasmissione, Ricevere, Guida della palla, Dominio della palla, Dai e vai, Appoggio, Sostegno, Triangolo
Organizzazione

Creare con i cinesini 4 mini quadrati 2x2 metri posizionati come vertici di una stazione di lavoro a forma di quadrato più grande 15x15 metri circa. I 4 mini quadrati distano tra loro 11 metri circa. All'interno di ogni mini quadrato, al centro, posizionare un cono (oppure un paletto). Lungo i 4 lati della stazione di lavoro, tra un mini quadrato ed un altro, al centro, collocare una sagoma (in mancanza di sagoma creare una croce che la simuli con 2 paletti). 8 giocatori si sistemano a coppie in prossimità dei 4 mini quadrati; un giocatore della coppia si posiziona all'interno del mini quadrato e l'altro attende all'esterno il proprio turno. Altri 4 giocatori si collocano all'interno del quadrato centrale della stazione di lavoro. L'esercitazione viene svolta con 4 palloni contemporanemante.

Descrizione

L'esercitazione, prevista come attivazione e riscaldamento tecnico si divide in 2 fasi: FASE A e FASE B. Segue una progressione sia nella difficoltà tecnica che nell'aumento del carico condizionale.

  • FASE A:
    • I 4 giocatori posizionati nei 4 mini quadrati hanno un pallone a testa (si lavora con 4 palloni contemporaneamente)
    • Partono in palleggio raggiungendo la sagoma di fronte a loro (i giocatori seguono un unico senso di rotazione che può essere orario oppure antiorario)
    • Raggiunta la sagoma, eseguono uno scambio al volo (triangolo) con uno dei giocatori interni al quadrato centrale che si è avvicinato in appoggio per eseguire la giocata (lo scambio per superare la sagoma, va fatto al volo senza che la palla cada a terra)
    • Dopo il triangolo, trasmettono palla rasoterra all'interno del mini quadrato di fronte a loro al secondo giocatore che lo ha occupato nel frattempo e si portano in corsa dietro allo stesso mini quadrato in attesa del proprio turno
    • Il secondo giocatore della coppia che riceve palla, esegue un controllo orientato rispetto al cono che si trova al centro del mini quadrato
    • Dopo aver controllato palla, parte in palleggio ripetendo la stessa sequenza con scambio al volo con uno dei giocatori interni (i giocatori interni si muovono nel quadrato centrale e variano in continuazione la propria posizione ed i giocatori che palleggiano con i quali eseguire lo scambio al volo sulle sagome)

 

Fase A

 

  •  FASE B:
    • I 4 giocatori posizionati nei 4 mini quadrati hanno un pallone a testa (si lavora con 4 palloni contemporaneamente)
    • In conduzione palla affrontano la sagoma al centro del lato di fronte a loro e la superano con uno scambio rasoterra eseguito di prima intenzione (triangolo) con uno dei giocatori interni al quadrato centrale che si è avvicinato a sostegno per eseguire la giocata
    • Subito dopo trasmettono palla al giocatore posizionato all'interno del mini quadrato successivo che si trovano di fronte a loro posizionandosi in fila al di fuori di esso in attesa del proprio turno
    • Il giocatore, al quale è stata passata la palla, esegue un controllo orientato rispetto al cono centrale posizionato al centro del mini quadrato e riparte in conduzione palla per affrontare la sagoma successiva e così via

 

Fase B

Regole
  • Le 6 serie da 4 minuti devono essere eseguite per 2 minuti in senso orario e per 2 minuti in senso antiorario. Al termine di ogni serie cambiare i 4 giocatori interni alla stazione di lavoro con 4 giocatori esterni che lavorano lungo i lati. In tal modo ogni quaterna di giocatori eseguirà durante l'intera esercitazione 2 serie al centro del quadrato e 4 serie lungo il perimetro della stazione di lavoro (in palleggio e guida palla)
  • È importante che i 4 palloni, che si usano contemporaneamente nello svolgimento dell'esercitazione, siano sempre equidistanti tra loro, ovvero che si trovino sui 4 lati diversi, mai lungo lo stesso lato
  • La Fase A prevede la sequenza: PALLEGGIO – TRIANGOLO AL VOLO – TRASMISSIONE – CONTROLLO ORIENTATO
  • LA Fase B prevede la sequenza: GUIDA PALLA – TRIANGOLO RASOTERRA (DAI E VAI) – TRASMISSIONE – CONTROLLO ORIENTATO
Temi per l'allenatore
  • Soprattutto nella prima fase, quella di attivazione, curare l'esecuzione dei gesti tecnici del palleggio, scambio al volo (triangolo – gioco a muro) e controllo orientato
  • La trasmissione palla deve essere eseguita con precisione e buona intensità di calcio per favorire il controllo orientato dei compagni all'interno dei mini quadrati
  • Per il controllo all'interno dei mini quadrati far orientare bene il corpo ai giocatori, staccandosi adeguatamente dal cono centrale che simula un avversario in modo da poterlo superare sul primo tocco di ricezione
  • Nella seconda fase, aumentare la velocità di esecuzione ed il ritmo dell'esercitazione, stimolando i giocatori alla rapidità di esecuzione dello scambio in prossimità delle sagome (i giocatori interni devono essere bravi a dare sostegno immediato per il triangolo). I giocatori in guida palla devono comunicare con i compagni interni al quadrato centrale e chiamare il sostegno per triangolo e superamento della sagoma (avversario). In questa fase mantenere alta l'intensità per completare bene la fase di riscaldamento anche dal punto di vista aerobico e fisico

Articoli correlati